Dj morto dopo barbecue, legale: istanza esumazione a pm in ferie

Pisani: “Giustizia non va in vacanza”. Padre annuncia manifestazione

“Non si può assolutamente assegnare un fascicolo così delicato con una richiesta di esumazione ad un pm in ferie”. Esprime rammarico l’avvocato Sergio Pisani, legale di Giuseppe Marziatico, 49enne napoletano padre di Filippo, il dj di 20 anni morto lo scorso 8 luglio all’ospedale di Frattamaggiore dove era arrivato con una serie di ustioni provocate durante l’accensione di un barbecue.

Pubblicità

Marziatico, nei giorni scorsi, ha lanciato pesanti accuse nei confronti dei sanitari che hanno assistito il figlio subito dopo il grave incidente domestico. Ora, preso dallo sconforto, annuncia una manifestazione in piazza contro le lungaggini della Giustizia che, a suo dire, “stanno negando i diritti di un ragazzo di appena venti anni”.

“Ho chiesto che a decidere fosse il pm di turno, – ha aggiunto Pisani – e mi sono sentito rispondere che deciderà il magistrato titolare, lunedì al ritorno delle ferie. La Giustizia non va in ferie e soprattutto questa Giustizia non è degna di un Paese civile”.

Setaro

Altri servizi

Duplice omicidio di Orta di Atella: 53enne ascoltato in caserma

Esclusa la matrice camorristica, potrebbe essere stato un litigio Due fratelli uccisi e un uomo di 53 anni finito in stato di fermo. È il...

Operaio muore durante la raccolta delle ciliegie, indaga la polizia

La tragedia in Irpinia È tutta da chiarire la tragedia verificatasi nei campi a Cervinara, in provincia di Avellino, dove stamattina un operaio di 63...