Federproprietà Napoli

Campania brucia: mezzi aerei Protezione civile a Pozzuoli e Carinola

Pubblicità

Tre roghi, il più grave sul Monte Barbaro

Venti uomini del servizio Antincendio boschivo della Protezione Civile della Regione, 7 veicoli dotati di pompe idrovore e 4 mezzi aerei sono al lavoro da questa mattina in Campania, per contrastare tre incendi che si sono sviluppati a Pozzuoli, in provincia di Napoli, Carinola ed Arienzo, in provincia di Caserta.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’incendio più vasto si è registrato in località  monte Barbaro, nel territorio di Pozzuoli.
Sul posto, con il coordinamento della Protezione Civile della Regione Campania, il direttore operazioni spegnimento, che sta operando da terra con l’ausilio di due squadre dell’antincendio boschivo e della Sma Campania e con l’utilizzo di 3 mezzi aerei:
un elicottero della Regione Campania, un canadair e un elicottero della flotta aerea nazionale.

L’incendio interessa circa 10 ettari di macchia mediterranea al di sopra di via Campana. All’interno dell’area verde sono presenti anche diversi vigneti. L’intervento è ancora in atto, in zona si evidenziano anche 5 elettrodotti: 3 sul versante principale e due sul lato dell’attiguo monte Angelo.

Quasi del tutto domate le fiamme a Carinola che si estendono su 4 ettari in località  Massa San Salvatore, grazie all’ausilio di un elicottero regionale. Squadre della protezione civile regionale sono al lavoro anche ad Arienzo.

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Il decreto legge Coronavirus slitta ancora. Oggi la convocazione del Consiglio dei Ministri?

Forse oggi, ma addirittura il via libera del Consiglio dei Ministri al decreto legge che dovrebbe contenere le prima misure economiche per fronteggiare l’emergenza...

Lavoro, de Bertoldi (FdI): «Da Orlando logica veterocomunista»

Il senatore: «Politiche attive del lavoro al posto dello spreco del reddito di cittadinanza» «Governo Draghi ostaggio della sinistra, come dimostrano le affermazioni fuori dal...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook