Federproprietà Napoli

Carenze igienico-sanitarie e lavoro nero: sanzionati due lidi a Torre Annunziata

Pubblicità

In un lido, con bar e ristorante, disposta la chiusura immediata di due depositi di alimenti e bevande

Carenze igienico-sanitarie e lavoratori in nero: multati i titolari di due stabilimenti balneari e chiusi due depositi. È il risultato di una serie di controlli effettuati a Torre Annunziata (Napoli) nella zona del lungomare Marconi dai carabinieri della compagnia oplontina, con il supporto del Nas di Napoli e dei militari del Gruppo del Guardia di Finanza, controlli che hanno interessato in particolare gli stabilimenti balneari.

Pubblicità Federproprietà Napoli

In un lido con bar e ristorante, i carabinieri hanno disposto la chiusura immediata di due depositi di alimenti e bevande. Diverse, da ciò che si apprende, le carenze igienico-sanitarie e strutturali che i militari hanno riscontrato: il titolare è stato sanzionato. In un altro stabilimento, invece, i finanzieri hanno trovato due lavoratori in nero; anche in questo caso l’imprenditore è stato multato.

Ispezionate inoltre le aree attrezzate per i bagnanti e quelle pubbliche del lungomare, con la contestazione di undici contravvenzioni al codice della strada. Il servizio ha visto la partecipazione anche della Capitaneria di Porto torrese, con controlli mirati in materia di sicurezza dei bagnanti e in merito alle condizioni complessive dei lidi balneari.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Covid-19, l’effetto blob ci inghiotte in una dimensione confusa e annichilente

La massa tracimante, che Enrico Ghezzi ha usato nella sigla del suo programma RAI, evoca l’idea del male che col terrore generato provoca senso...

De Luca «spegne» il Capodanno e vieta il consumo di bevande e cibo in aree pubbliche

Resta consentito il consumo ai tavoli all’aperto Niente feste di piazza a Capodanno, no alla vendita di alcol da asporto nei giorni clou e divieto...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook