Pozzuoli, tablet in comodato d’uso per Dad mai restituiti: 81 denunciati

Controlli dei carabinieri: l’accusa è di appropriazione indebita

Didattica a distanza e tablet. Due parole chiave che hanno affollato le aule domestiche di milioni di studenti durante la fase più acuta della pandemia. Molte famiglie in difficoltà hanno beneficiato di materiale messo gratuitamente a disposizione dalle scuole. Pc e tablet che avrebbero garantito a tutti un collegamento alla rete e ai corsi online.

Pubblicità

Il principio è il comodato d’uso. Terminata l’esigenza, i computer/tablet sarebbero dovuti tornare nelle mani delle direzioni scolastiche. Sarebbero perché almeno 75 di questi sono mai stati restituiti.

I carabinieri della compagnia di Pozzuoli, con la collaborazione degli istituti scolastici dell’area flegrea, hanno monitorato questo fenomeno e denunciato per appropriazione indebita 81 persone, tutti genitori di studenti della città di Pozzuoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Non solo tablet. Anche la dispersione scolastica è un tema centrale nell’agenda dei militari.
151 i genitori denunciati per gli 88 minori che non sono stati sensibilizzati all’obbligo di frequenza. Parliamo di dati riferibili all’area che abbraccia la città puteolana, Monteruscello, Quarto Flegreo, Bacoli e Monte di Procida.

Setaro

Altri servizi

Truffe agli anziani: tra gli arrestati il figlio di Ugo De Lucia

Lavorava in una «centrale telefonica» a Secondigliano, il padre sconta l’ergastolo per l’omicidio di Gelsomina Verde Per Lucio De Lucia detto «Sasi» il giudice ha...

Testamento colombiano di Berlusconi: imprenditore arrestato a Cartagena

La Procura di Milano gli ha notificato l'avviso di conclusione indagini È stato arrestato in Colombia, su provvedimento delle autorità colombiane, Marco Di Nunzio, imprenditore...