Paura sulla A16: autobus in fiamme, passeggeri in strada

Sul mezzo da turismo c’erano 26 persone

Un autobus da turismo è andato a fuoco, per cause ancora in corso di accertamento, al chilometro 35 della autostrada A16 Napoli-Canosa. L’autista e i 25 passeggeri, riferisce la società Autostrade, risultano usciti dal mezzo, mentre alle ore 16.45 è stato temporaneamente chiuso il tratto compreso tra Avellino Ovest e Baiano, in direzione Napoli.

Pubblicità

Il tempestivo intervento di due squadre dei vigili del fuoco di Avellino ha permesso lo spegnimento delle fiamme che hanno avvolto il bus, e anche quelle che si sono propagate nella vegetazione della adiacente scarpata. Il bus era proveniente da Grottaminarda e trasportava operai addetti alla manutenzione della sede autostradale nel tratto Irpino, per loro solo tanta paura, ma nessuna conseguenza. L’arrivo di un nuovo autobus ha fatto si che potessero riprendere il loro viaggio.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale ed il personale della Direzione 6/o Tronco di Cassino di Autostrade per l’Italia. Attualmente sul posto il traffico è bloccato e si registrano due chilometri di coda in direzione Napoli e 1 km di coda in corrispondenza dell’uscita obbligatoria di Avellino Ovest. Agli utenti diretti verso Napoli, dopo l’uscita ad Avellino Ovest la società Autostrade consiglia di percorrere la Statale 90 delle Puglie per poi rientrare in autostrada a Baiano.

Pubblicità Federproprietà Napoli

AGGIORNAMENTO – Poco le 18 sull’autostrada A16 Napoli-Canosa è stato riaperto il tratto compreso tra Avellino Ovest e Baiano, in direzione Napoli, temporaneamente chiuso in precedenza a causa di un pullman in fiamme al chilometro 35. Lo rende noto la Società  Autostrade. Attualmente sul luogo dell’incidente il traffico transita su una sola corsia e si registrano 2 chilometri di coda in direzione Napoli.

Setaro

Altri servizi

Camorra, 4 persone in manette: accusate di 2 omicidi nel Napoletano

Arrestati per gli omicidi di Antonio Pastella e Salvatore Vigna. Avrebbero agevolato il clan Orlando I carabinieri del comando del nucleo investigativo di Napoli hanno...

Omicidio Tramontano, Impagnatiello: «37 coltellate a Giulia è numero spaventoso»

L'imputato in aula: «Ero saturo di dire bugie» «Svelare a Giulia che la tradivo è stato l’ennesimo sintomo che la mia testa stava impazzendo, questo...