Trasporto campano, Zinzi: «De Luca magnifica, ma il servizio è uno scempio»

Il capogruppo della Lega ha interrogato la Giunta sul nuovo sistema di trasporti campano

«Mentre De Luca e i suoi magnificano del nuovo sistema di trasporti campano illustrando grandi investimenti, acquisto di autobus e assunzioni, a Napoli i turisti a Pasqua sono rimasti a piedi, ad Avellino il servizio è carente e a Caserta è inesistente al punto che mancano addirittura paline autorizzate che forniscano informazioni sugli orari alle fermate. Insomma uno scempio e la risposta in Aula è stata ancora più tragicomica».

Pubblicità

Così il capogruppo Lega in Consiglio regionale, Gianpiero Zinzi, che questa mattina nel corso del Question Time ha interrogato la Giunta sul nuovo sistema di trasporti campano. A rispondere in Aula è stato delegato l’assessore alle Attività Produttive, Antonio Marchiello che ha dato lettura di una relazione della società Air Campania secondo la quale, tra le altre cose, la responsabilità della mancanza di paline informative – e quindi del servizio non fornito – sarebbe di competenza dei Comuni.

«Un esempio su tutti – ha riassunto Zinzi – è che dopo sette mesi non vi è traccia del servizio annunciato da Air Campania sul territorio casertano. E in più la società risponde che le informazioni sulle tratte possono essere reperite navigando sul web, senza tenere in alcun conto di anziani né tantomeno dei turisti dal momento che il sito internet della società non presenta neppure una sezione in lingua inglese. I campani non hanno più bisogno di annunci, ma di fatti. E sui trasporti è buio pesto!».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Bracciante abbandonato e morto, parole choc del titolare: «Ha fatto una leggerezza»

L'uomo: «Avevo avvisato il lavoratore di non avvicinarsi al mezzo» «È stata una leggerezza, purtroppo». Scoppia la polemica dopo le parole del titolare dell’azienda agricola...

Materie prime critiche, Governo punta sull’estrazione e il riciclo: in arrivo decreto

Le «materie prime critiche» individuate dalla Commissione europea sono 30 Il Governo punta sull’estrazione e il riciclo delle materie prime strategiche, quelle che servono per...