Fratelli d’Italia: «Capienza treni ritorni al 100%. Italia unico Paese con limiti di posti»

Ruspandini e Foti: «Provoca disagi inutili alla vasta utenza»

«L’Italia è l’unico Paese d’Europa dove non è possibile utilizzare i treni al massimo della propria capacità di posti. Dal 1 settembre dell’anno scorso la capienza massima sui treni è imposta all’80 per cento, misura oggi ancora più limitata dall’accesso a bordo del super green pass, strumento ormai inefficace ed inopportuno visti i numeri in discesa del contagio e lo scadere dello stato di emergenza sanitaria».

Pubblicità

Lo dichiarano il senatore di Fratelli d’Italia, Massimo Ruspandini, responsabile nazionale del Dipartimento Trasporti e capogruppo in Commissione Trasporti, e Marco Foti, dirigente nazionale del Dipartimento Trasporti di FdI.

«Diversi treni regionali lungo tutto il territorio nazionale sono costretti a rallentare la loro marcia – spiegano – a causa del blocco dei passeggeri alle stazioni. Il limite di capacità provoca disagi inutili alla vasta utenza che si sposta sistematicamente ogni giorno per andare a lavorare o per raggiungere la sede scolastica. Si aggiunga anche che la stagione turistica è ormai alle porte e gli operatori del settore attendono fiduciosi la ripresa delle attività, specialmente nei giorni del fine settimana, nelle tante località sparse per la penisola. È necessario che il governo intervenga al più presto per far ritornare la capienza dei treni definitivamente al 100 per cento».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Clan Lo Russo: maxi sequestro di beni nei confronti di un affiliato

Sigilli della DIA a società, immobili, preziosi, conti correnti Clan Lo Russo: scatta il maxi sequestro di beni nei confronti di un affiliato. La Direzione...

Spaccio di cocaina, le dosi nascoste in bocca

Il 31enne bloccato dalla polizia alle Case Nuove, sequestrati 11 involucri di stupefacente Sorpreso a spacciare cocaina in strada e arrestato in flagrante. Gli agenti...