Federproprietà Napoli

Copasir, il senatore Urso incontra la presidente della Comunità ebraica di Roma

Pubblicità

Prosegue indagine conoscitiva su attuazione desecretazione atti

«Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica nella seduta odierna ha audito il presidente della Comunità ebraica di Roma, dott.ssa Ruth Dureghello, proseguendo nella indagine conoscitiva sulle modalità di attuazione della desecretazione degli atti per una migliore conservazione e accessibilità dei documenti affidata ai relatori onorevoli Federica Dieni e Elio Vito». Lo rende noto il senatore Adolfo Urso, presidente del Copasir.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Il Comitato – si legge ancora – ha convenuto sull’opportunità di attivare tale indagine conoscitiva, il cui avvio è stato deliberato nella seduta dell’8 febbraio scorso, anche raccogliendo diversi stimoli e sollecitazioni tra cui proprio quella della Comunità ebraica di Roma in riferimento all’attentato alla Sinagoga del 1982, e del Presidente della commissione per la biblioteca e per l’archivio storico del Senato della Repubblica, sen. Gianni Marilotti, che sollecitava una revisione della normativa, la cui audizione ha dato avvio all’indagine».

«L’intento del Comitato è di svolgere un lavoro propedeutico per consentire una effettiva attuazione alle direttive in materia emanate dai presidenti del Consiglio dei ministri negli ultimi anni» conclude la nota.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus, 19.903 nuovi contagi e altre 649 vittime in Italia

Sono 19.903 i nuovi contagi da coronavirus in Italia su 196.439 tamponi esaminati. I casi dall'inizio della pandemia sono 1.825.775. E' quanto riferisce il...

Il Centrodestra cerca la quadra, oggi il vertice a Montecitorio per sciogliere il nodo premiership

All'incontro Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Udc e Noi con l'Italia Sarà il vertice del compromesso o dell'unità ritrovata, viste le elezioni a breve e...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook