Federproprietà Napoli

Elezioni Città metropolitana di Napoli, presentate 11 liste. Schieramenti divisi

Pubblicità

Il Centrodestra presenta tre liste, il M5S con ‘Territori in Movimento’

Pd e M5S corrono divisi alle elezioni per la Città metropolitana di Napoli, dopo l’alleanza vittoriosa alle comunali di ottobre. È questa una delle particolarità che emerge dalla presentazione ufficiale delle liste, chiusa oggi alle 12, per il voto del 13 marzo che vedrà alle urne i consiglieri comunali della provincia partenopea.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Peraltro anche i partiti del centrodestra scelgono di presentare proprie liste, tre, cui si aggiunge la quarta del magistrato Catello Maresca. Tra Pd e M5s si vive un momento di tensione dopo la sentenza del tribunale di Napoli sullo statuto dei Cinquestelle (il ricorso sarà discusso in tribunale il primo marzo). I dem presentano due liste, Progressisti e Riformisti per Napoli Metropolitana e Napoli Metropolitana, mentre il Movimento 5 Stelle porta la lista Territori in Movimento, in entrambi i casi senza il nome del partito di riferimento.

Bassolino e Clemente insieme

Una separazione che, temono alcuni del Movimento, potrebbe causare attriti anche nella maggioranza in Consiglio comunale a Napoli, mentre i dem non ritengono si tratti di una spaccatura sottolineando le scelte condivise per le prossime elezioni comunali in città importanti come Portici e Pozzuoli. Si coalizzano invece due avversari di Manfredi alle comunali di Napoli, Antonio Bassolino e Alessandra Clemente, che costruiscono insieme la lista di sinistra ‘Comuni Protagonisti – Uniti per Lavoro Ambiente e Diritti’, a cui ha partecipato anche Josi Della Ragione, sindaco di Bacoli.

Alle urne anche Italia Viva di Renzi che presenta la lista ‘Grande Napoli’. Va separato alle urne anche il centrodestra: tre le liste presentate, ‘Lega con Salvini’, ‘Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni’ e Forza Italia. Ha una lista sua, invece, Catello Maresca, candidato sindaco di centrodestra sconfitto da Manfredi: il magistrato presenta la lista ‘Progresso e legalità con Catello Maresca’. Intanto si muove anche il centro che porta alla ex provincia di Napoli due poli: da una parte Carlo Calenda con la lista ‘I territori in Azione’, mentre Clemente Mastella, sindaco di Benevento, scende in campo con Giovanni Toti con la lista ‘Napoli al Centro’.

Leggi anche:  Reddito cittadinanza, Orlando: taglio per chi non manda figli a scuola
Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Sospensione del patto di stabilità europeo: un trucco per introdurre il Mes?

Purtroppo, come assicura la vecchia saggezza «non c'è rosa senza spine». Sicché, alla luce delle dichiarazioni della presidente della Commissione Europea Von Der Leyen,...

Lampedusa, sbarcati 791 migranti in 48 ore. Il governatore Musumeci chiede lo stato di emergenza

Non si fermano gli sbarchi a Lampedusa, questa mattina sono arrivate altre tre imbarcazioni con a bordo, rispettivamente, 78, 15 e 80 migranti. In...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook