Federproprietà Napoli

Ddl Zan, Iannone: «FdI mobilitato in Campania per dire NO a un testo liberticida»

Pubblicità

Per il senatore «il ddl Zan non aggiunge diritti ma è un randello ideologico contro tutti coloro che non si allineano»

«Il prossimo fine settimana saremo con i nostri Dirigenti e Militanti in molte piazze dei comuni della Campania per dire un fermo «NO» al disegno di legge Zan. In attesa della battaglia campale che animeremo in Senato la prossima settimana, animeremo sui territori gazebo e volantinaggi per dire insieme ai cittadini un fermo «NO» ad un testo liberticida che vuole introdurre una norma penale in bianco per punire un reato d’opinione e per introdurre in tutte le scuole di ogni ordine e grado l’insegnamento della teoria gender».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo dichiara il Senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania.

«Fratelli d’Italia – continua – si opporrà a questo delirante ed arrogante intento della sinistra facendo un’opposizione dura e senza mancare di spiegare sui territori che il ddl Zan non aggiunge diritti ma è un randello ideologico contro tutti coloro che non si allineano al pensiero di una sinistra che ha completamente smarrito la bussola e pensa in questo modo di recuperare voti».

«La nostra Nazione vive una profonda crisi sociale ed economica determinata dalla pandemia e la sinistra blocca il Parlamento su quella che vuole ad ogni costo far diventare la legge Zan» conclude il senatore.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Falsi crediti Iva: sequestrati beni per 52 milioni di euro in tutta Italia

In totale le persone indagate sono 65 Beni per 52 milioni di euro, tra 640 conti correnti, 62 appartamenti e 25 auto sono stati posti...

Donna muore in clinica ad Acerra: salma posta sotto sequestro

La 49enne era era stata sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica Una donna di 49 anni anni è morta nella clinica «Villa dei Fiori»...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook