Federproprietà Napoli

Campania Teatro Festival, anteprima d’eccezione con Riccardo Muti

Pubblicità

Un’anteprima d’eccezione questa sera aprirà la 14esima edizione del Campania Teatro Festival, diretto da Ruggero Cappuccio. Il Maestro Riccardo Muti dirigerà l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini che ci farà sognare sulle note dell’opera e della musica sinfonica, con due partiture ritrovate.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il manoscritto de ‘I due Figaro’, prosecuzione delle Nozze mozartiane e del Barbiere di Rossini, fu scoperto a Madrid nel 2009 dallo studioso torinese Paolo Cascio. L’opera, un melodramma buffo, composta nel 1826 su libretto di Felice Romani, incorse nel rigore della censura e venne rappresentata soltanto nel 1835 nella stessa capitale spagnola.

Anche ‘La Grande’ di Schubert, composta tra il 1825 e il 1826, ebbe un’esecuzione pubblica molti anni dopo. Fu Robert Schumann a scoprirla tra le carte dell’autore e Felix Mendelsshon il primo a dirigerla al Gewandhaus di Lipsia il 21 marzo 1839. Per una creazione di grandi ambizioni che rappresenta un ponte verso il sinfonismo tardo Romantico.

L’appuntamento è per questa sera alle 20 in diretta streaming gratuito su live.campaniateatrofestival.it e su cultura.regione.campania.it, per gentile concessione di riccardomultimusic.com. Il concerto è realizzato da Fondazione Campania dei Festival e Ravenna Festival in collaborazione con Teatro di Napoli.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Migranti, Conte: «Dobbiamo essere duri, inflessibili e intensificare i rimpatri»

«Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare e che i risultati dei sacrifici» compiuti per contenere la diffusione del Covid...

Tridico: «Risorse per reddito di cittadinanza agli immigrati. Troppi 10 anni di residenza». Insorge il Centrodestra

Campania e Sicilia prime in Europa per tasso di rischio di povertà. Lavoratori che da un giorno all'altro si ritrovano sull'orlo del baratro e...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter