Torre Annunziata, annullato l’obbligo di chiusura anticipata per i negozi

Dietro front del primo cittadino Vincenzo Ascione nell’emergenza Coronavirus a Torre Annunziata. Con una nuova ordinanza firmata questa mattina il sindaco ha deciso di eliminare l’obbligo di chiusura anticipata, alle ore 18, degli esercizi commerciali al dettaglio. Decisione scaturita alla luce del provvedimento del Ministro della Salute che ha decisio il cambio di fascia per la Campania.

Pubblicità

«La decisione assunta – spiega il sindaco Ascione – scaturisce anche da una sensibile diminuzione dell’indice di positività sul territorio cittadino, e dall’inizio della campagna di vaccinazione volontaria rivolta al personale scolastico, grazie alla quale ci auguriamo che si possano creare le condizioni per tornare quanto prima alla didattica in presenza».

Resta in vigore invece, fino al prossimo 2 marzo, la sospensione dell’attività didattica in presenza di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, pubblici e privati; la sospensione del mercato settimanale del venerdì negli spazi antistanti lo stadio comunale e la chiusura al pubblico dalle ore 11 alle ore 22 di via Caravelli, via Fusco, via Alfani, corso Umberto I, piazzale Kennedy; via G. Marconi e viale C. Colombo, nel tratto di strada compreso tra largo L. Manzo e lo spazio antistante l’ex stabilimento balneare ‘Santa Lucia’, Villa Comunale e Villa del Parnaso.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Migranti, Meloni: «Da agosto i centri in Albania, risparmieremo milioni»

La premier difende Rama e i siti per migranti: «È un piano europeo» Non va considerato una spesa ma «un investimento», è un progetto che...

Omicidio Tramontano, Impagnatiello: «37 coltellate a Giulia è numero spaventoso»

L'imputato in aula: «Ero saturo di dire bugie» «Svelare a Giulia che la tradivo è stato l’ennesimo sintomo che la mia testa stava impazzendo, questo...