Federproprietà Napoli

Mafia e politica, maxi operazione nell’Agrigentino: 12 arresti

Pubblicità

Una vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento ha portato all’esecuzione di 35 provvedimenti cautelari. Il reato contestato è di associazione a delinquere di tipo mafioso. Con il provvedimento attuato all’alba di questa mattina sono finite in carcere 12 persone fra Licata, Palma e Favara, in provincia di Agrigento.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’accusa per gli indagati, a vario titolo, è di avere acquisito la gestione o il controllo di attività economiche, di concessioni, di autorizzazioni, di appalti e servizi pubblici e procurare voti eleggendo propri rappresentanti in occasione delle consultazioni elettorali.

Sotto indagine da parte degli inquirenti anche un consigliere comunale di Palma di Montechiaro. In manette anche fiancheggiatori di Giovanni Brusca, appartenenti alla famiglia Stiddara che uccise barbaramente il Giudice Rosario Livatino.

Determinanti, per l’inchiesta che ha portato all’operazione “Oro bianco”, sono state anche le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta di Favara. Quaranta ha spiegato che «a Palma di Montechiaro a gestire ogni cosa c’è Rosario Pace, inteso ‘cucciuvì’». I rapporti con il reggente della famiglia mafiosa di Cosa Nostra di Palma di Montechiaro – stando a quanto emerge dall’inchiesta – sono di stretta collaborazione.

Pubblicità

Quella scoperta a Palma di Montechiaro non è la tradizionale Cosa Nostra, ma ne ricalca lo schema organizzativo. Ed è per questo che la Procura di Palermo contesta il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso. Il “paracco” è gruppo criminale che non fa parte di Cosa Nostra, ma ne ha tutte le caratteristiche organizzative. Come la stidda si affianca alla mafia, di cui subisce l’autorità, ma si muove in autonomia.

Quaranta ha descritto le “famigghiedde” costituite da una decina di persone, i “paraccari”, e hanno una struttura gerarchica composta da capi, sottocapi, capidecina e tutti si mettono sotto l’ombrello di protezione dell’associazione criminale.

Leggi anche:  Si spaccia per il nipote per truffare un'anziana: arrestato un 19enne

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Next Generation Eu. Mattarella e l’obbligo di cambiare musica

La crisi in atto del Conte bis non è di facile soluzione. Per salvare la legislatura, la faccia delle Istituzioni e il Recovery Fund...

Ricettazione e riciclaggio d’auto, eseguite 17 misure cautelari nel Napoletano | Video

Scoperto anche un «cavallo di ritorno» I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a una misura cautelare personale, emessa dal GIP di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook