Avellino, medico aggredito con un estintore al Covid center

Violenta aggressione nei confronti di un medico in servizio presso il Covid center dell’ospedale “Moscati” di Avellino. Secondo una prima ricostruzione il figlio di un paziente ha tentato di forzare l’ingresso della struttura dedicata e di fronte all’opposizione del medico di turno, lo pneumologo Giuseppe Russo, ha staccato un estintore dalla parete colpendo in pieno il medico.

Pubblicità

La situazione è tornata alla normalità dopo l’intervento degli uomini del servizio di vigilanza. Il medico ha riportato per fortuna soltanto lievi ferite. Non sono ancora chiare le motivazioni del gesto dell’uomo, forse dettate dall’esasperazione per le condizioni del genitore.

Il segretario dell’Anaao-Assomed, Carmine Sanseverino, dirigente di medicina d’urgenza del “Moscati” che dopo essere stato contagiato dal virus ha lottato per mesi tra la vita e la morte, sollecita una maggiore protezione per i sanitari del nosocomio avellinese.

Pubblicità Federproprietà Napoli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Mala nigeriana e clan dei Casalesi: patto per lo spaccio di stupefacenti, 24 misure

Contestato agli indagati un traffico di circa 250 chili di droga Sono emersi collegamenti tra una presunta associazione criminale di matrice nigeriana ed esponenti della...

Carabinieri morti, l’indagata «molto provata e scossa»

La 31enne ancora ricoverata È ancora ricoverata in ospedale Nancy Liliano, la 31enne di Campagna (Salerno) che la notte di sabato scorso avrebbe provocato un...