Federproprietà Napoli

Le mani della camorra sui ristoranti di Roma: 13 arresti tra Napoli e la Capitale

Pubblicità

Le mani dei clan di camorra sui ristoranti del centro di Roma. E’ quanto emerge da un’indagine dei carabinieri che hanno eseguito tra le province di Roma e Napoli un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 13 persone indagate, a vario titolo, per estorsione, intestazione fittizia di beni, aggravati dal metodo mafioso, e esercizio abusivo del credito.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Tra i destinatari dell’ordinanza anche Angelo e Luigi Moccia, ritenuti i capi dell’omonimo clan camorristico. Dall’indagine sarebbero emersi diversi interessi economici del clan nella capitale e in particolare proprio sui ristoranti del centro. I carabinieri stanno anche eseguendo un sequestro di beni per 4 milioni.

Le indagini sono partite nel 2017 subito dopo la scarcerazione di Angelo Moccia: gli accertamenti avrebbero consentito di accertare che i clan gestivano attraverso dei prestanome diverse attività commerciali a Roma, riciclando i capitali illeciti in investimenti immobiliari e in macchine di lusso – sempre intestate ad altri soggetti – e estorcendo denaro con metodi mafiosi a chi non rispettava le regole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Guide ed accompagnatori turistici, sit-in di protesta davanti alla sede Mibact

Nuova protesta delle guide e degli accompagnatori turistici della Campania contro lo stato d'abbandono in cui sono stati lasciati dal governo e dal Ministero...

L’Ugl compie 72 anni, celebrazioni al Maschio Angioino

Capone: «Un ritorno all’origine del sindacato per riflettere sul futuro della nostra organizzazione» «A Palazzo Maddaloni, a Napoli, il 24 marzo 1950 veniva costituita la...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook