Bimbo di 21 mesi deceduto in ospedale, sul corpo lividi e lesioni. Fermato il convivente della madre

Fra tre mesi avrebbe spento la sua seconda candelina. Ma ad appena 21 mesi è morto nell’ospedale di Modica (Ragusa), dove era arrivato in ambulanza. Non sono ancora note le cause del decesso ma, secondo quanto si apprende, sul suo corpicino del sarebbero stati individuati lividi e lesioni. Dopo avere interrogato la madre, la polizia ha fermato il convivente della donna. La coppia vive a Rosolini, cittadina del siracusano di 20mila abitanti. A condurre l’inchiesta è la Procura di Siracusa. Sarà l’autopsia sul corpicino a rivelare le cause del decesso anche se i lividi riscontrati sul collo e sul corpo farebbero ipotizzare il peggio: a ucciderlo sarebbero state le percosse ricevute.

Pubblicità

Il medico che l’ha visitato quando il piccolo è arrivato nel pronto soccorso dell’ospedale ‘Maggiore’ è rimasto senza parole e ha avvertito immediatamente la polizia. Gli agenti del commissariato hanno subito sentito la madre del bimbo, che vive in una casa popolare, insieme al suo convivente, originario di Noto, che non è il padre del bambino. Proprio il racconto della donna ha portato gli agenti all’uomo che nella serata di ieri è stato fermato. Le indagini della polizia di Modica, coordinate dal procuratore di Siracusa, Sabrina Gambino, e dal sostituto Donata Costa consentiranno di ricostruire una vicenda oscura, maturata in un ambiente estremamente degradato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Scivolone di Cuccurullo e «Area Socialista»: appuntamento agli scavi. Ira Parco Archeologico

In occasione della «Notte europea dei Musei» era stato pubblicizzato un incontro «non autorizzato» dall'Ente Neanche la «Notte europea dei Musei», in tempi di elezioni,...

I Lions celebrano gli 800 anni della Federico II

Il 18 giugno la consegna di dieci premi per lauree triennali e magistrali Nei giorni scorsi si è tenuto in onore dell’ottocentesimo anniversario della Federico...