Federproprietà Napoli

Ciarambino: «Attesa di oltre un’ora per il tram, commissariare il Comune di Napoli sui trasporti»

«È vergognoso che turisti e cittadini debbano attendere più di un’ora un tram mettendo a dura prova la pazienza di quanti si aspettano giustamente l’esistenza di servizi decenti. Non è concepibile che in una città come Napoli, le persone debbano attendere più di un’ora per muoversi in un’area di cinque chilometri complessivi». Così la candidata Presidente alla Regione Campania del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, interviene sulla notizia apparsa oggi su ‘il Mattino’ in merito all’odissea vissuta ieri dai turisti che hanno atteso più di un’ora l’arrivo del tram 1.

«Un solo tram in circolazione per una tratta, quella che da Poggioreale arriva a Cristoforo Colombo – continua la Ciarambino – che incide fortemente anche sui turisti che dal molo Beverello devono arrivare a Piazza Garibaldi. Tutto questo perché i tranvieri sono pochi, 27 in totale, e con le ferie si arriva ad un solo autista a turno. Ma dove è finito il corso che avrebbe dovuto formare quei tanti conducenti che avevano risposto positivamente alla manifestazione di interesse di passare alla guida dei tram? Come potremmo mai competere con le altre città se teniamo i turisti ‘prigionieri’ impedendogli gli spostamenti? Serve immediatamente un piano di investimenti per il trasporto pubblico a Napoli e va commissariato il Comune sui trasporti».

Ciarambino: «Realizzeremo una metropolitana regionale»

«Noi interagiremo al più presto anche con il Governo e il ministro Cancelleri per arrivare a risolvere i tanti disastri che ruotano intorno ai trasporti non solo a Napoli, ma in tutta la Campania, frutto di anni di politica del ‘fumo’.  In Campania – spiega – occorre anche un sistema ferroviario che consenta ai cittadini di muoversi liberamente. Per questo il nostro programma prevede la realizzazione di una metropolitana regionale».

«La Campania deve diventare un modello nazionale per il trasporto pubblico. Impiegheremo i  fondi provenienti dal Recovery fund per collegare ogni provincia con l’area metropolitana. Quanto avvenuto ieri è la dimostrazione che è arrivato il momento di dire finalmente basta ai viaggi della speranza mettendo in campo azioni concrete e non promesse da marinaio» conclude Ciarambino.

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Giustizia. Forza Italia interroga Bonafede: «Segmenti di Anm contro l’ordinamento costituzionale»

«Un segmento della magistratura fazioso e incostituzionale, all'interno dell'Anm, ha agito, in modo organizzato e distinto dai singoli associati, come strumento di dominio degli...

Bacoli, due donne positive al virus: chiuso istituto scolastico di via Cuma

A Bacoli (in provincia di Napoli) il sindaco Josi Gerardo Della Ragione (nella foto) ha disposto l'immediata chiusura l’istituto 167 sito in via Cuma...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...