Federproprietà Napoli

Agenti aggrediti al carcere di Santa Maria Capua Vetere. Salvini: «Superato il limite, Bonafede sveglia»

Pubblicità

Non cala la tensione al carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), dove nella notte sei agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da due detenuti extracomunitari che, dopo aver dato fuoco alla propria cella – il rogo è stato spento – sono stati portati in infermieria; durante il trasporto, i due reclusi si sono scagliati addosso ai poliziotti mettendo a soqquadro sia la sezione che l’intero corridoio.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Leggi anche / Presunti pestaggi in cella, i sindacati di polizia penitenziaria proclamano stato di agitazione. Sit-in al carcere di Santa Maria Capua Vetere

Tre agenti sono finiti in ospedale per le ferite riportate: uno lamenta un trauma cranico provocato da un colpo di sgabello. Sono stati infine denunciati all’autorità giudiziaria, e della vicenda è stato informato il provveditore regionale. «Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni e dalla politica», dice l’assistente capo della penitenziaria Gaetano Napoleone.

«Carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta): prima la rivolta in carcere, senza che un delinquente sia stato punito. Poi 48 poliziotti indagati per ‘tortura’, e stanotte altre violenze e altri poliziotti feriti» è il commento di Matteo Salvini, leader della Lega. «Basta, il limite è stato superato: ministro Bonafede, sveglia»

Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Fase 2 ed Economia, De Lise (Commercialisti): «Politica ci coinvolga, siamo il motore del Paese»

«La categoria professionale dei dottori commercialisti è la forza invisibile che fa da collante tra i cittadini, le imprese e lo Stato: istruiamo i...

Campania, ‘pizzo’ a piazza di spaccio e colpi di pistola: tre arresti a Napoli

Una richiesta di pizzo a una 'piazza di spaccio' scatenò la sparatoria avvenuta il 12 gennaio del 2018 a Napoli. A quasi tre anni...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook