Federproprietà Napoli

Movida, il M5S: «Gioco a chi la spara più grossa tra De Luca e de Magistris, cabarettisti al potere»

Pubblicità
Valeria Ciarambino
Il consigliere regionale Valeria Ciarambino

«Proibizionismo contro anarchia totale senza alcun controllo. Le due ordinanze, diametralmente opposte, prodotte dal duo comico De LucaDe Magistris sono il riflesso dell’arroganza e della voglia di presenzialismo di questi due personaggi da avanspettacolo». Lo affermano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e Gennaro Saiello in relazione alle due ordinanze, in contrasto tra loro, emanate dal governatore Vincenzo De Luca e dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Quelli – continuano i consiglieri – che avrebbero dovuto essere provvedimenti finalizzati al contenimento del contagio, sono utili soltanto ad alimentare confusione e conflitti di poteri che potrebbero richiedere addirittura l’intervento del Tar. Oltre che danneggiare l’intera economia del by night, già messa in ginocchio degli effetti del lockdown».

Gennaro Saiello
Il consigliere Gennaro Saiello

«Non è chiaro in che modo l’ordinanza del Governatore della Campania, che impedisce l’asporto di bevande alcoliche dopo le 22, possa costituire un deterrente agli assembramenti, che diventano difficili invece da contenere se dopo quell’ora se ne consente il solo consumo ai banconi di baretti di pochi metri quadrati» sottolineano.

«La ridicola retromarcia – spiegano – di De Luca rispetto all’ordinanza delle 23, che abbiamo chiesto di annullare con un’interrogazione depositata in questi giorni, è la classica pezza peggio del buco. Come del tutto sconsiderata, nel contempo, è l’ordinanza a firma De Magistris che al coprifuoco risponde con un ‘liberi tutti’ fino a notte fonda e niente veti al consumo di alcolici».

Pubblicità

«Dal sindaco della terza città d’Italia ci saremmo aspettati un atteggiamento più responsabile, che avesse cercato un’interlocuzione istituzionale e che, d’intesa con la Prefettura, si fosse fatto promotore di un piano straordinario di controlli, con una maggiore presenza in strada di forze di polizia nelle ore di maggiore concentrazione della movida. Ma è chiaro che anche il provvedimento di questo signore sia solo il frutto di un gioco a chi la spara più grossa tra cabarettisti al potere» concludono i 5Stelle.

Leggi anche:  Ospedali in mano ai clan, Nappi (Lega): «Lamorgese e De Luca si assumano le proprie responsabilità»

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Attentato in Congo, l’autopsia sulle salme di Attanasio e Iacovacci: uccisi in un conflitto a fuoco

L'ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci sono stati uccisi in un conflitto a fuoco nel corso di un tentativo di sequestro. Non...

Natale, Fratelli d’Italia: «A Napoli e Caserta i gazebo di ‘Compra italiano, compra locale’»

In un momento di profonda difficoltà dovuta all'emergenza Coronavirus e a un governo che non è riuscito, fino ad ora, a fronteggiare la forte...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter