De Luca: «In arrivo 20mila extracomunitari». Salvini: «Incredibile». Iannone (FdI) chiede chiarimenti

«Da lunedì arriveranno sul litorale Domizio, credo nella Piana del Sele, 20mila extracomunitari». Lo ha comunicato, ieri, in videoconferenza il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Queste persone «potranno andare a lavorare in aziende e valuteremo in queste ore che attività mettere in piedi». Per permettere a queste persone di arrivare in tutta sicurezza la Regione Campania «lavorerà con l’Asl di Caserta e di Salerno per monitorare la situazione ed evitare che questo afflusso di migliaia di lavoratori possa determinare nuovi focolai».

Pubblicità

Un passaggio molto veloce, con poche informazioni, che ha lasciato perplesse molte persone. Tra queste anche il commissario regionale di FdI in Campania, il senatore Antonio Iannone che in una nota chiede chiarimenti. «Ma chi sono? Da dove vengono? Cosa vengono a fare?» chiede Iannone. «De Luca chiarisca immediatamente e con puntualità quello che ha affermato parlando tra i denti in conferenza stampa. Campani chiusi in casa da due mesi e poi improvvisamente annuncia che da lunedì arrivano sul nostro territorio 20 mila extracomunitari» conclude la nota.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato la notizia definendola «incredibile» «Invece di aiutare a trovare lavoro a giovani e disoccupati italiani, anche oggi qualcuno preferisce gli immigrati, spesso irregolari» ha detto Salvini. «Vergogna al governo e anche a De Luca, che non vuole in Campania altri italiani ma sta zitto di fronte all’arrivo di migliaia di stranieri. La Lega non cambia idea: prima gli Italiani».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Rispondendo a Salvini, il Governatore ha affermato che i migranti sono «già presenti nei territori di Caserta e Salerno e che torneranno al lavoro con la riapertura delle aziende».

Setaro

Altri servizi

Ladro morì durante la fuga a Caserta: arrestati anche i 2 complici

Furono disturbati dalla proprietaria che rientrò in casa Sono stati arrestati dalla Polizia di Stato i due topi d’appartamento che nell’ottobre scorso tentarono di svaligiare...

Andrea Purgatori si moteva salvare: bastava una cura di antibiotici

Per il conduttore fatale un'infezione cardiaca Un’endocardite infettiva che si sarebbe potuta curare con una serie di antibiotici. Questo avrebbe ucciso il giornalista Andrea Purgatori...