Pompei, turista vandalizza parete della domus dei Ceii: denunciato

Dovrà rispondere per il danno arrecato al patrimonio

Il personale di vigilanza e accoglienza del Parco archeologico di Pompei ha fermato un turista del Kazakistan mentre stava incidendo le lettere «ALI» su un intonaco chiaro nella casa dei Ceii. Il turista è stato denunciato al posto fisso dei carabinieri vicino agli scavi di Pompei e dovrà rispondere per il danno arrecato al patrimonio.  Sul posto i restauratori e il personale di coordinamento per valutazioni tecniche.

Pubblicità

Sangiuliano: «Atto gravissimo»

«Purtroppo anche oggi ci troviamo a commentare uno sfregio incivile e idiota arrecato al nostro patrimonio artistico e culturale. Dopo la domus romana del Parco archeologico di Ercolano imbrattata con un pennarello indelebile, questa volta si registra un’incisione sull’intonaco chiaro nella casa dei Ceii a Pompei» dichiara il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

«Si tratta di atto gravissimo che andrà perseguito severamente e, anche grazie alla nuova legge da me fortemente voluta, l’autore sarà costretto a ripagare i costi del ripristino integrale del danno arrecato. Ringrazio i lavoratori del MiC e di Ales per essere prontamente intervenuti e i Carabinieri che subito hanno fermato il turista responsabile di questo vile gesto», conclude.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Zuchtriegel: «Atto incivile»

Commenta invece il direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel: «Atto incivile, grazie alla nuova legge voluta dal ministro Gennaro Sangiuliano l’autore del reato dovrà pagare per il restauro della parete. Bravi i collaboratori del ministero e della società Ales che sono prontamente intervenuti. Ottima collaborazione con i carabinieri che ringraziamo per la tempestività».

Setaro

Altri servizi

Doppio agguato a Napoli, in due feriti a colpi di arma da fuoco

Alle 21 gambizzato un 33enne. Alle due ferito un 21enne del Lavinaio: è in prognosi riservata Due agguati e due moventi da ricostruire. Sono avvenuti...

Con la Francia che cambia si avrà un’Europa diversa!?

Un’Ue nella quale non siano più gli interessi dei paesi ricchi ad imporsi alla logica di sopravvivenza delle nazioni povere Il progetto necessario, che interessa...