Carceri, Delmastro: ipotesi schermatura contro l’uso dei cellulari da parte dei detenuti

Il sottosegretario: in ogni penitenziario ci sono mediamente cento telefoni tra i reclusi

«Stiamo valutando la possibilità di schermare gli istituti penitenziari d’Italia, creando delle apposite white list riservate ad esempio ai soli cellulari degli agenti della polizia penitenziaria. È inaccettabile che persino in istituti minorili ci siano delinquenti che raccontano la loro vita carceraria sui cellulari come se fossero dei rapper. Inoltre allo studio del governo c’è uno studio per negare benefici a chi aggredisce uomini della penitenziaria in carcere».

Pubblicità

Così il sottosegretario alla Giustizia, Andrea Delmastro Delle Vedove durante un convegno a Palazzo San Macuto a Roma, in occasione del 25esimo anniversario del gruppo operativo mobile della polizia penitenziaria.

Delmastro ha così risposto all’allarme lanciato dal procuratore di Napoli Nicola Gratteri, secondo il quale «c’è un emergenza telefonini in carcere: in ognuno di questi ci sono mediamente cento telefoni tra i detenuti. I cellulari alla polizia penitenziaria non servono, perché gli agenti non hanno bisogno di parlare ai telefonini. Questi, invece, ce li hanno i detenuti».

Setaro

Altri servizi

Nave contro la banchina al porto di Napoli: 29 feriti

La nave forse spinta da una folata di vento Sono 29, uno in codice rosso, gli altri tutti in codice giallo o verde, i feriti...

Fondi Fsc, Fitto: Risorse sono per gli investimenti, non per la cultura

Il ministro: «Lavoriamo con tutte le Regioni allo stesso modo» «Noi stiamo lavorando con tutte le Regioni allo stesso modo. Abbiamo sottoscritto 17 accordi su...