La madre lo accoltella, lui finge una rapina: 23enne denunciato

Una storia inventata per coprire la mamma

Aveva raccontato ai carabinieri di essere stato vittima di una rapina. Secondo il suo racconto qualcuno lo aveva afferrato alle spalle e colpito con un coltello. Tutto in strada, in un’affollata mattinata domenicale di via Cavalleggeri d’Aosta, quartiere Fuorigrotta a Napoli. Dell’aggressore aveva fornito anche una descrizione precisa. L’episodio, però, era stato inventato per coprire sua madre che lo aveva pugnalato.

Pubblicità

Grazie a diverse telecamere piazzate in ottima posizione rispetto al luogo denunciato dal giovane, i carabinieri hanno analizzato ore di immagini. Inoltre, nell’orario indicato molte attività commerciali erano aperte e, dai racconti degli esercenti nessuno sembrava aver percepito alcunché. Così hanno convocato la vittima per qualche spiegazione. Hanno preteso chiarezza su orari e luogo della rapina, pur sapendo che più di qualcosa non quadrava in quella storia. Il racconto è stato ripetuto più volte e ogni volta un dettaglio sfuggiva.

Il giovane si è arreso e ha spiegato che non era stato un nordafricano ad aggredirlo. Non aveva subìto alcuna rapina. Quella sera aveva litigato con la madre, per motivi futili. Durante la discussione la donna lo avrebbe colpito con un coltello al braccio. E per non mettere nei guai la madre avrebbe inventato una storia di sana pianta. Il 23enne è stato denunciato per simulazione di reato.

Setaro

Altri servizi

Capi e gregari delle truffe, ecco i nomi e i ruoli della banda

Dalla ‘mente’ al cassiere, fino ai corrieri e agli esattori. La centrale di telefonia nel cuore di Secondigliano Gli inquirenti hanno tracciato tutti i ruoli...

Campi Flegrei, Musumeci: «Possibili aiuti a chi deciderà di lasciare l’area»

Il ministro: «Norma per vietare nuove costruzioni nella zona del bradisismo» Ci vorranno oltre 500 milioni di euro per la messa in sicurezza dei Campi...