Uomo barricato in casa a Napoli: trovato morto insieme alla moglie

Drammatico epilogo a San Giovanni a Teduccio

Drammatico epilogo a San Giovanni a Teduccio, dove un uomo si era barricato in casa in via Raffaele Testa. A quanto si apprende la moglie è stata trovata, in camera da letto, senza vita dalle forze dell’ordine che hanno fatto irruzione nell’appartamento. Accanto a lei il cadavere del marito, che probabilmente si è suicidato.

Pubblicità

LEGGI ANCHE: Napoli, il dramma di San Giovanni: uccide la moglie a coltellate e si avvelena

Sono ancora da accertare le modalità dell’uccisione della donna e del suicidio dell’uomo, accanto al quale non è stata trovata la pistola con cui, forse, avrebbe ucciso la moglie. La donna sarebbe morta colpita a coltellata alle gola. L’uomo, invece, potrebbe essersi ucciso ingerendo qualche sostanza.

Da accertare anche le cause del gesto: secondo le prime informazioni, l’uomo stava attraversando un periodo difficile dopo aver perso il lavoro. Riguardo ai tre figli è confermato che non si trovavano nell’appartamento, sembra infatti che due fossero a scuola e il terzo in gita d’istruzione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Una persona normale

L’uomo viene definito dai vicini di casa e dalle persone che lo conoscevano «una persona normale, che stava attraversando un momento difficile». Nel quartiere in diversi lo conoscevano. Tra questi Massimo, che gesisce il bar sotto l’abitazione dove è avvenuto il femminicidio. Quando l’uomo si è affacciato al balcone ha cercato di richiamare la sua attenzione, di dissuaderlo. «Mi dispiace per la famiglia, per quello che è successo per non essere riuscito a fermarlo».

In molti dicono che la sua famiglia stesse vivendo una situazione economica precaria, non potesse contare su entrate fisse e che lui stesso avesse solo lavori saltuari, dopo aver smesso di fare la guardia giurata. Il tentato furto della pistola a suo tempo subito, con conseguente ferimento, sarebbe stato un fatto da cui non si è più psicologicamente ripreso. In ogni caso, chi lo conosceva esclude che fosse una persona violenta: piuttosto, «uno tranquillo, che non dava problemi».

(seguono aggiornamenti)

 

Setaro

Altri servizi

Prezzi bassi evadendo l’Iva: maxi sequestro a società nolana

Si occupa del commercio all’ingrosso di bevande alcoliche Denaro e beni per 7,8 milioni di euro sono stati sequestrati dal nucleo di polizia economico finanziaria...

Strage di Erba, Rosa Bazzi a lavoro in una cooperativa sociale

L'esclusiva di 'Quarto Grado': dopo 17 anni di detenzione esce tutti i giorni per lavorare Condannata all’ergastolo con il marito Olindo Romano per la strage...