Clochard ucciso a Pomigliano d’Arco (NA): l’indignazione dei parroci e sacerdoti del territorio

“Grave la tragedia che ha colpito nostro fratello Frederick”

I parroci, i sacerdoti e le comunità parrocchiali di Pomigliano d’Arco in comunione con il Vescovo, esprimono dolore e indignazione per la brutale aggressione che “ha causato la morte del nostro fratello Frederik”, 43enne clochard Gambiano picchiato a morte nella notte tra domenica e lunedi scorsi, in via Principe di Piemonte.

Pubblicità

Gli investigotori sono ancora alla ricerca dei responsabili del folle gesto.

“Siamo tutti coinvolti e responsabili dell’accaduto. Nessuno escluso! Prima ancora che segno di una scarsa sicurezza sul nostro territorio, questa tragedia è sintomo di uno smarrimento di autentica umanità.
Questo episodio deve risvegliare le nostre coscienze e spingerci per un’appartenenza sempre più convinta al nostro essere comunità, per uscire dalle nostre indifferenze e prestare più attenzione agli “invisibili” della città.
Pertanto invitiamo tutti i cristiani e gli uomini di buona volontà ad una marcia silenziosa e ad un momento di riflessione e di preghiera giovedì 22 giugno, ore 20.30, presso il Supermercato Piccolo (via Gramsci) per concludersi nella Chiesa di San Francesco”, è quanto fanno sapere in una nota a firma “i parroci di Pomigliano”.

Setaro

Altri servizi

Preso per evasione, è il nipote del defunto capo della Vanella

Intercettato dalla polizia di Secondigliano, il 18enne condannato a otto mesi e trasferito in cella Giovanissimo, ma con un curriculum criminale di tutto rispetto. Preso...

Banda del buco in azione nel Napoletano: banditi via con oltre 100mila euro

Hanno rinchiuso i dipendenti della banca in una stanza per alcune ore Intorno alle 15.30, i carabinieri della stazione di Grumo Nevano e quelli della...