Ad Acerra appuntamento con la storia: rivive l’assalto al Castello

La manifestazione si sviluppa attraverso uno scontro epico e uno spettacolo piromusicale

L’atmosfera e le vicende del passato per rivivere gli autentici fasti della Acerra medioevale. Sabato 24 e domenica 25 giugno 2023, infatti, le lancette della storia riporteranno la città indietro fino al 1421 per la spettacolare rievocazione dell’Assalto al Castello.

Pubblicità

Nello specifico si tratta della ricostruzione della contesa che vide l’esercito del Re di Aragona e Sicilia, Alfonso V, assediare il Castello di Acerra per circa tre mesi, senza riuscire a vincere la resistenza acerrana. La manifestazione si sviluppa attraverso uno scontro epico per terminare con uno spettacolo piromusicale mozzafiato che simula l’incendio dell’antico maniero di Acerra. Sono circa 500 i figuranti che daranno vita all’assedio alle mura della città con l’assalto e la difesa dell’antico maniero.

Il progetto è incluso nel Cartellone degli Eventi Metropolitani della Città Metropolitana di Napoli e vede la collaborazione dell’Associazione ProLoco Città di Acerra che ha realizzato un progetto di attività di animazione turistico-culturale con istituzioni scolastiche del territorio e con rappresentanti del settore commerciale, con l’adesione degli esercenti locali e la partecipazione degli studenti dell’Istituto Superiore ‘Bruno Munari’ di Acerra, i quali hanno ideato e disegnato i vestiti, i vessilli medioevali della manifestazione poi realizzati da artigiani del posto su richiesta della stessa ProLoco. Tutto l’evento verrà ripreso in diretta dall’emittente televisiva Canale 21.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Si comincia sabato 24 giugno 2023, a partire dalle 10,30 con l’allestimento di un campo di battaglia medievale in piazzale Renella, dove la vita del soldato viene ricostruita proprio come si svolgeva nel 1400. All’interno dell’accampamento, inoltre, ci saranno spettacoli, dimostrazioni e rappresentazioni.

Domenica 25 giugno 2023 invece, l’annuncio dell’assedio attraverso due sfilate lungo le vie cittadine con la presentazione dei Gruppi Storici. Il primo corteo è previsto alle ore 11.00, l’altro alle ore 16.30. Si parte e si ritorna a piazza Castello effettuando il seguente percorso: Piazza Castello, via Cesare Battisti, corso Resistenza, corso Italia, via Petrella, corso Garibaldi, via Soriano, via San Francesco d’Assisi, via Annunziata, via Roma, via Trieste e Trento, Castello dei Conti.

La sera di domenica 25 giugno, poi, a partire dalle ore 20,30 spazio alla rappresentazione storica della battaglia intorno alle mura del Castello dei Conti con vari momenti balistici, scontri corpo a corpo e schieramenti di soldati dell’epoca e spettacolo piromusicale.

Il sindaco: «Un evento che si realizza grazie ad una forte sinergia istituzionale»

«Un appuntamento con la storia e la tradizione della nostra città per un evento che si realizza grazie ad una forte sinergia istituzionale – sottolinea il sindaco Tito d’Errico – Acerra, infatti, si sta affermando sempre di più come un punto di riferimento del panorama culturale regionale grazie al nostro Castello, oggi anche un Polo Museale di livello, divenuto un importante centro formativo, di interesse collettivo e che riesce ad essere attrattivo».

Leggi anche:  Archeologia, tempio tripartito a Sarsina: terminata la messa in sicurezza

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Campionato Europeo di calcio 2024, hanno vinto gli eredi dei Borbone

Nella finale sconfitti per 2 a 1 figli di Albione ed eredi di quella legione britannica che collaborò con Garibaldi a depredarci e regalarci...

Il volto del clan Mazzarella cambiato dopo il delitto Di Pede

Gli assetti ricostruiti dai collaboratori di giustizia e dalle inchieste giudiziarie: dal cartello con i Sarno al patto con i D’Amico Il fuoco di fila...