Campania: Consiglio Regionale approva proposta per prevenire maltrattamento dei minori

Diversi punti all’ordine del giorno dell’assise riunitasi oggi

Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Gennaro Oliviero, ha approvato, con 29 voti favorevoli e 3 astenuti del gruppo di Fratelli d’Italia, la proposta di legge “Promozione della diffusione dell’impegno civico e politico nei cittadini campani”, presentata dai consiglieri Carmine Mocerino (De Luca Presidente), Gennaro Oliviero (Pd), Mario Casillo (Pd), Andrea Volpe (Campania Libera, Psi), Vittoria Lettieri (De Luca Presidente), Francesco Iovino (Italia Viva), Felice Di Maiolo (Fare democratico) e Bruna Fiola (Pd).

Pubblicità

“La proposta di legge è finalizzata a favorire la promozione della diffusione dell’impegno civico e politico dei cittadini campani e soprattutto dei giovani” – ha detto il capogruppo di “De Luca Presidente”, Carmine Mocerino, che ha aggiunto: “troppo spesso la politica ha dato una pessima immagine di sé ed ha allontanato i giovani ed i cittadini in generale dalla politica e dalle istituzioni, occorre, invece, invertire la tendenza, costruendo percorsi comuni con il mondo scolastico ed associativi per favorire la partecipazione democratica” .

“Il Movimento 5 Stelle condivide la ratio di questa legge per coinvolgere i giovani nella partecipazione democratica e per stimolare i cittadini alla vita democratica, attraendo il mondo civico verso le Istituzioni”– ha evidenziato il consigliere Vincenzo Ciampi – che ha aggiunto: “per uno scopo così importante sarebbe stata opportuna una più adeguata copertura finanziaria ma auspichiamo che ciò possa ottenersi in futuro”.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Nel proseguire i lavori, il Consiglio ha approvato con 32 voti favorevoli e 8 astenuti (Fratelli d’Italia e Lega), la proposta di legge “Disposizioni per la valorizzazione, promozione e diffusione della street art”, ad iniziativa dei consiglieri Francesco Emilio Borrelli (Europa Verde, oggi deputato della Repubblica Italiana) e Massimiliano Manfredi (Pd), che, nell’introdurla all’esame dell’Aula, ha spiegato: “la street art non ha nulla a che vedere con chi imbratta i monumenti o le strade, come qualcuno potrebbe erroneamente pensare, ma è una vera e propria forma d’arte, diffusa nel nostro territorio, che va sostenuta a cominciare dalla individuazione delle aree pubbliche e private da poter interessare, il tutto nella piena legalità e nel rispetto architettonico delle città”. “E’ una proposta di legge che consente a distinguere con chiarezza l’arte di strada dalla illegalità che spesso deturpa le nostre strade”, ha evidenziato Luigi Cirillo (Più Europa); anche la consigliera Roberta Gaeta (Azione – Centro Democratico – Demos – Europa Verde) ha sottolineato “l’importanza della street art come un’arte riconosciuta e sostenuta che consente di avvicinarsi ai temi sociali e che può avere ricadute sociali per favorire l’espressione creativa dei valori”.

Il Consiglio ha, altresì, approvato a maggioranza, con tre voti di astensione del gruppo di FdI, la proposta di legge “Istituzione della Giornata regionale del figlio”, ad iniziativa dei consiglieri regionali Andrea Volpe (Campania Libera, Psi), Massimiliano Manfredi (Pd), Tommaso Pellegrino (IV), Luigi Abbate e Giovanni Porcelli (Partito Socialista Italiano – Campania Libera – Noi di Centro – Noi Campani), Vincenzo Alaia (IV), Annarita Patriarca (FI, oggi parlamentare), Francesco Picarone (Pd) e Pasquale Di Fenza (Azione, Centro Democratico – Demos – Europa Verde).

“La proposta di legge riconosce la condizione del figlio all’interno della famiglia come presupposto essenziale per un pieno sviluppo del minore e celebra e valorizza il ruolo dei figli e della famiglia, istituisce il 15 maggio la “Giornata Regionale del figlio” allo scopo di celebrare ogni anno su tutto il territorio regionale il diritto di ogni minore nonché di ogni essere umano a vivere il proprio ruolo di figlio all’interno della famiglia”, ha spiegato Volpe, Questore alle finanze del Consiglio regionale, che ha aggiunto: “la proposta di legge istituisce borse di studio, di lavoro, di viaggi rivolti agli studenti, premi in favore di figli che si sono distinti per aver compiuto azioni particolarmente meritorie all’interno della famiglia, premi diretti a coloro che operano nell’affido familiare. L’obiettivo è quello di contribuire le politiche per la famiglia e di garantire ad ogni minore il diritto di essere figlio nell’ambito della cultura della solidarietà e dell’inclusione. Sono molto orgoglioso di questa proposta di legge – ha continuato Volpe – che si inserisce nelle tante iniziative che vedono questo Consiglio regionale attivo per aggregare i giovani della Campania”.

Leggi anche:  Cultura, si è dimesso il consigliere del Ministro Giuseppe Cuomo

Il Consiglio ha, poi, approvato all’unanimità, con 39 voti favorevoli,  la proposta di legge “Disposizioni per la prevenzione del maltrattamento sui minori”, ad iniziativa della Presidente della Commissione permanente Istruzione e Cultura ,Ricerca scientifica, Politiche Sociali del Consiglio Regionale della Campania, Bruna Fiola (Pd). “La Campania è ‘maglia nera’ per i maltrattamenti di minori – ha sottolineato Fiola – e , su un tema tanto importante e grave, abbiamo ritenuto costruire una forte sinergia con tutte le istituzioni coinvolte per creare un sistema di prevenzione in grado di far emergere da subito i fenomeni di maltrattamento e soprattutto per contrastarli e per tutelare i bambini e gli adolescenti.

“La proposta di legge punta, tra l’altro, su interventi di prevenzione primaria, secondaria e terziaria, sulla sinergia con il mondo della scuola e con tutte le istituzioni coinvolte nella cura e nella tutela dei minori, sull’istituzione di una cabina di regia per l’attuazione degli interventi previsti, sulle garanzie delle cure per i minori che vivono fuori dalla famiglia d’origine”, ha continuato Fiola, che ha concluso: “Oggi la Campania è la prima Regione in Italia a dotarsi di una legge di sistema contro i maltrattamenti dei minori e degli adolescenti”.

Setaro

Altri servizi

Omicidio di Alfonso Fontana, fermato il presunto killer del 24enne

È un 52enne di Castellammare di Stabia Omicidio di Alfonso Fontana a Torre Annunziata: arrestato il presunto killer del 25enne. Catello Martino, 52 anni di...

L’ex parroco innamorato ora si butta in politica: «mi candido a sindaco»

don Antonio: obbligo della gratitudine nei confronti della comunità «Sarà dura, ma sento l’obbligo della gratitudine nei confronti di una comunità che mi ha sempre...