M5s, Costa: “dialogo con Pd? Attendiamo fatti dopo intenzioni”

“Se si mettono al centro le fragilità e se alle intenzioni corrispondono i fatti, si puo’ sicuramente dialogare”.

Pubblicità

Così il vicepresidente della Camera Sergio Costa, sulla possibilità di riaprire il dialogo tra il M5s e il Pd guidato da Elly Schlein.

“Bisogna ragionare rispetto ai programmi e ai progetti. Se si mettono al centro le fragilità si può dialogare, se si mettono al centro elementi come le poltrone, assolutamente no. Se si vogliono mettere al centro i progetti, le fragilità, la salvaguardia dei più deboli, il salario minimo, il reddito di cittadinanza, lo sport e tutto quello che serve a prendere coscienza che noi abbiamo un’Italia molto fragile in questo momento, ben venga”, ha concluso l’esponente pentastellato.

Setaro

Altri servizi

Cappelle votive del clan Contini per raccogliere i soldi delle questue

Fatte costruire a Napoli abusivamente dai referenti di zona Cappelle votive di santi e madonne, fatte costruire a Napoli abusivamente dai referenti di zona del...

Le mani del clan Contini sul San Giovanni Bosco: 11 arresti

Eseguiti anche sequestri di quote di due società di noleggio auto Teneva sotto controllo un ospedale il clan Contini, componente di rango dell’ «Alleanza di...