Napoli, in auto con pistola carica e giubbotto antiproiettile: 31enne vicino al clan Grimaldi arrestato

Nella vettura c’erano altre 5 persone

In sei, a bordo di un’auto: uno era armato, aveva una pistola Beretta pronta a sparare con 10 colpi nel caricatore, un altro indossava un giubbotto antiproiettile. Sono stati fermati dai carabinieri, nel quartiere Arenella e per il 31enne in possesso dell’arma, considerato vicino al clan Grimaldi, è scattato l’arresto.

Pubblicità

Sono stati i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Napoli Vomero a fermare l’auto in via Gabriele Jannelli altezza ingresso tangenziale. Con il 31enne, in auto c’era anche un 44enne napoletano già noto alle forze dell’ordine che indossava un giubbotto anti-proiettili e altre 4 persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. L’arrestato è nel carcere di Secondigliano in attesa di giudizio; indagini in corso per ricostruire l’esatta dinamica dell’evento.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Truffe milionarie alle compagnie telefoniche: il boss Vincenzo Di Lauro assolto

Secondo l'accusa un complesso sistema avrebbe consentito di acquisire traffico telefonico senza pagare un euro Era ritenuto a capo di un’associazione a delinquere composta da...

Cadavere decomposto affiora nelle acque di Sorrento

Addosso aveva un giubbotto di salvataggio, forse si tratta di un migrante Nella giornata di ieri, una tragica scoperta ha scosso i residenti della zona...