Camorra, il Tar del Lazio conferma lo scioglimento del Comune di Marano

Secondo i giudici «deve ritenersi pienamente legittimo»

Il provvedimento con il quale nel giugno 2021 è stato sciolto il Comune di Marano di Napoli «deve ritenersi pienamente legittimo, nel rispetto dei principi affermati dalla giurisprudenza». Così il Tar del Lazio nella sentenza con la quale ha respinto un ricorso proposto dagli ex amministratori – con in testa l’ex sindaco Rodolfo Visconti – per contestare il decreto con il quale il Presidente della Repubblica ha disposto lo scioglimento del Comune per la presenza di fenomeni di infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso.

Pubblicità

Secondo i giudici, «la relazione prefettizia, poi recepita dal provvedimento di scioglimento, ha riportato una serie di vicende significative di una notevole interferenza nella gestione della cosa pubblica da parte di soggetti collegati alla locale criminalità organizzata»; e «le contestazioni contenute nel ricorso si palesano inidonee a confutare le valutazioni operate dall’Amministrazione».

«La presenza di contatti ripetuti»

Da ciò il ritenere il provvedimento di scioglimento pienamente legittimo «essendo stata correttamente evidenziata la presenza di contatti ripetuti e collegati alle scelte gestorie dell’amministrazione comunale degli organi di vertice politico-amministrativo con soggetti appartenenti alla criminalità locale, e la completa inadeguatezza dello stesso vertice politico-amministrativo a svolgere i propri compiti di vigilanza e di verifica nei confronti della burocrazia e dei gestori di pubblici servizi del Comune».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Sulla base di tutte le circostanze esaminate e valutate, quindi, per il Tar «risulta esaustivamente argomentata, e ampiamente supportata dagli elementi emersi nel corso del procedimento, la valutazione della permeabilità dell’attività dell’ente rispetto a possibili ingerenze e pressioni da parte della criminalità organizzata specificamente individuata, senza che emerga alcun vizio logico o incongruità di tale valutazione».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Stazione Bayard: al via i lavori per la messa in sicurezza

In seguito verranno realizzate le opere di recupero Sono state consegnate oggi le aree della stazione Bayard di Napoli per l’avvio dei lavori di messa...

Ecco perché il clan Mazzarella è la cosca più potente della città

Nell’analisi dell’Antimafia tutti i territori controllati dal clan e le famiglie alleate Il clan Mazzarella è tentacolare, ramificato e diffuso a macchia di leopardo. L’analisi...