Putin firma i trattati di annessione, Biden attacca: «Azioni senza valore»

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato al Cremlino i trattati di annessione delle regioni ucraine di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia, alla presenza dei leader separatisti di questi territori, che hanno siglato a loro volta i documenti.

Pubblicità

«Sono convinto che l’Assemblea federale sosterrà le leggi costituzionali sull’adozione e la formazione di quattro nuove regioni in Russia, quattro nuovi soggetti della Federazione Russa, poiché è volontà di milioni di persone» ha dichiarato il presidente russo.

Zelensky: «Libereremo tutta l’Ucraina»

«L’intero territorio del nostro Paese sarà liberato dal nemico, il nemico non solo dell’Ucraina, ma della vita stessa, dell’umanità, della legge e della verità». Lo ha dichiarato Volodymyr Zelensky, in un video ripreso da Ukrinform, dopo l’annessione di quattro regioni ucraine alla Russia definita «una farsa». Mosca «cerca di rubare qualcosa che non le appartiene, vuole riscrivere la storia e ridisegnare i confini con omicidi, abusi, ricatti e bugie. L’Ucraina non lo permetterà». «Se non la fermiamo, la Russia non si fermerà ai nostri confini. Altri sarebbero sotto attacco: Stati baltici, Polonia, Moldova e Georgia, Kazakistan…».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le reazioni dell’Occidente

L’Unione europea

«L’Ucraina sta esercitando il suo legittimo diritto di difendersi dall’aggressione russa per riacquistare il pieno controllo del suo territorio e ha il diritto di liberare i territori occupati all’interno dei suoi confini internazionalmente riconosciuti. Le minacce nucleari del Cremlino, la mobilitazione militare e la strategia di cercare di presentare falsamente il territorio ucraino come quello russo, sostenendo che la guerra potrebbe ora svolgersi sul territorio russo, non scuoteranno la nostra determinazione». Così i leader dei 27 Paesi Ue riuniti nel Consiglio Europeo

Gli Stati Uniti

«Gli Stati Uniti condannano il tentativo fraudolento della Russia di annettere il territorio sovrano dell’Ucraina». Lo ha detto il presidente americano Joe Biden assicurando che Washington continuerà a sostenere Kiev «con le armi e la diplomazia». «Queste azioni non hanno legittimità», ha proseguito Biden.

«Gli Stati Uniti onoreranno sempre i confini dell’Ucraina riconosciuti a livello internazionale. Continueremo a sostenere gli sforzi di Kiev per riprendere il controllo del suo territorio a livello militare e diplomatico, anche attraverso il nuovo pacchetto di aiuti per la sicurezza da 1,1 miliardi di dollari annunciati questa settimana», ha sottolineato il presidente americano.

Setaro

Altri servizi

Napoli, spari in centro città: un uomo ferito al Vecchio Pellegrini

L'uomo colpito a una gamba La cronaca di Napoli continua a segnalare episodi violenti. Un uomo è stato ferito a una gamba da un colpo...

Treno del Ricordo, Sangiuliano: «Restituisce finalmente visibilità alla tragedia delle foibe»

Il ministro: «Per decenni è stata una pagina di storia strappata» «Il viaggio di questo treno è un bellissimo progetto che sta unendo l’Italia nel...