Crosetto: «Al Sud non serve un Ministero, serve l’impegno di tutti»

«Abbiamo un problema Mezzogiorno, se ne è parlato poco ed è complesso»

«Abbiamo un problema Sud, se ne è parlato poco ed è complesso. Non è la mancanza di ricchezza ma di occasioni. Non credo che le politiche si facciano con i ministeri, il Sud non ha bisogno di un ministero: ha bisogno che se ne occupino il ministero degli Interni, quello della Cultura, tutti i ministeri. Il Sud fa parte dello Stato italiano e va riavvicinato all’Europa». Lo ha sostenuto Guido Crosetto, co-fondatore di FdI, ospite di Omnibus, su La7, a proposito del prossimo governo di centrodestra, chiarendo di «parlare in terza persona: sceglierà Meloni, io non scelgo nulla, faccio l’interprete non autorizzato del suo pensiero».

Pubblicità

Meloni vuole escludere Matteo Salvini dai ministeri di peso? «Non lo so, non ho mai parlato in vita mia con Meloni di un possibile governo. I miei sono consigli. Io penso che il centrodestra in questo momento possa fare solo un errore, dire ok: Forza Italia dammi tre nomi, Fratelli d’Italia dammi tre nomi… – ha detto ancora Crosetto – La cosa che si aspetta il Paese è che siano scelte le persone migliori».

«Non dico le persone migliori in assoluto, ma persone che intanto vadano al ministero lunedì mattina alle 8 e ci stiano almeno fino al venerdì alle 19, che si studino i dossier, che entrino nei problemi, che sappiano che uno dei compiti del prossimo governo è trasformare la burocrazia italiana», conclude.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Evasione fiscali, maxi sequestro da oltre 9milioni: indagati padre e figlio

Coinvolta una società attiva nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari La Guardia di Finanza, su mandato del gip di Torre Annunziata, ha dato...

Camorra, sequestrati beni per 1,5 milioni ad affiliato al clan Belforte

L'uomo già condannato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina Affiliato al clan Belforte e condannato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: sigilli ad un milione e mezzo di euro...