Federproprietà Napoli

Sedicenne ferito a Napoli, in carcere figlio boss con complice

Pubblicità

Preso Luigi Valda, suo padre Ciro freddato in un agguato

Sono stati arrestati dalla Polizia di Stato e condotti in carcere i presunti responsabili di un agguato a colpi d’arma da fuoco ai danni di un ragazzo di 16 anni avvenuto nel quartiere napoletano di Barra la notte tra il 21 e il 22 luglio scorso.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Un episodio che sarebbe maturato nell’ambito dello scontro in atto per il controllo delle piazze di spaccio tra baby-gang, che spesso risultano collegate ai clan di camorra, come, secondo le risultanze investigative, in questo caso.

A finire in manette per tentato omicidio con l’aggravante del metodo mafioso sono stati infatti il 20enne Pasquale Ventimiglia e soprattutto il 23enne Luigi Valda, figlio di Ciro Valda, esponente della camorra partenopea ucciso nel 2013, e già  arrestato per spaccio nel maggio dello scorso anno.

Le indagini sono state realizzate dalla Squadra Mobile di Napoli con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, e sono partite in seguito all’arrivo all’ospedale del Mare di un 16enne ferito da un colpo di pistola al gluteo; questi ha raccontato che mentre era con altri amici, si è avvicinato un uomo da dietro e ha fatto fuoco.

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

L’incredile avventura Mixed by Erry: il nuovo film di Sydney Sibilia

Da un basso napoletano l'ascesa e la caduta di Enrico Frattasio Una storia di passione e sogni che da un basso di Napoli diventa un’incredibile...

Governo, Giorgia Meloni: «Italia in Ue non si presenterà col cappello in mano»

Migranti e aiuti di Stato, la premier vola a Berlino e Stoccolma La difesa dei confini esterni. E la necessità di mantenere «parità di condizioni»...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook