A Napoli 5 agenti della Municipale aggrediti da decine di migranti

L’aggressione durante un controllo contro i mercatini abusivi

Cinque agenti della Polizia locale di Napoli sono stati accerchiati e aggrediti da alcune decine di migranti durante un controllo contro i mercatini abusivi nei pressi di piazza Garibaldi, zona stazione ferroviaria centrale. Gli agenti stavano eseguendo un sequestro nei confronti di una nigeriana che vendeva cibo da asporto senza autorizzazione: la donna ha dato in escandescenze ed è accorso un gran numero di migranti che hanno circondato e malmenato i vigili.

Pubblicità

Tutto ha avuto inizio in via Bologna, intorno alle 20,45, con i controlli degli agenti dell’Unità operativa San Lorenzo per contrastare il fenomeno dei mercatini abusivi che si svolgono in tarda serata specie il sabato. I vigili stavano notificando il sequestro alla donna nigeriana che vendeva cibo etnico da asporto senza autorizzazione, quando quest’ultima ha iniziato a urlare, lanciando cucchiaiate di zuppa contro gli agenti e sulla loro auto di servizio.

Le grida della donna hanno subito richiamato l’attenzione dei moltissimi migranti presenti in zona, un centinaio, che hanno circondato gli agenti. E’ subito partita via radio la richiesta di rinforzi e sono giunte sul posto altre pattuglie, che hanno disperso la folla.

Pubblicità Federproprietà Napoli

La donna, identificata come E. J., di 30 anni, di nazionalità nigeriana, durante l’aggressione ha tentato di dileguarsi nei vicoli della zona. E’ stata fermata dopo poco nella vicina via Venezia ed accompagnata negli uffici del comando della Polizia locale dove, su disposizione del magistrato di turno, è stata denunciata in stato di libertà e rilasciata.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Ucciso dal vicino in una lite: le urla, gli insulti e gli spari

Ricostruita la dinamica dell'omicidio È in carcere per omicidio il 74enne fermato sabato pomeriggio a Parete, nel Casertano, dopo aver ucciso il vicino di 60...

Camorra, per i giudici Domenico Belforte «comanda ancora»

L'uomo resterà al carcere duro perché il clan Belforte «è ancora operativo» Domenico Belforte, capo dell’omonimo clan attivo nel Casertano tra i comuni di Marcianise,...