Federproprietà Napoli

Caccia al palladio, cambia la tecnica e aumentano i furti

Pubblicità

Cento euro a colpo per i ladri: a Napoli fermato un 31enne

Aumentano i furti di marmitte di automobili a Napoli: un nuovo trend che non è legato al mercato nero dei pezzi di ricambio ma all’estrazione del palladio, un metallo nobile presente nelle marmitte di nuova generazione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Solo in piccole quantità, ma abbastanza da fruttare ai ladri anche cento euro per colpo. Si tratta di un nuovo business che sembra stia attraendo i ladri, anche perchè comporta tecniche molto più sbrigative: non si tratta infatti di smontare il pezzo, preservandone giunti e raccordi, ma di strapparlo via dall’auto, provocando al mezzo anche danni maggiori.

L’ultimo caso la scorsa notte. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli intervengono a Fuorigrotta, allertati dal 112. Due persone con una Fiat Panda stanno rubando la marmitta di un’auto in sosta, una Smart. Uno dei ladri riesce a fuggire mentre l’altro – Francesco Troise, 31 anni del posto – viene bloccato dai militari.
L’arrestato, accusato di furto aggravato, è in attesa di giudizio.

Anche in questo caso i carabinieri hanno constatato come l’obiettivo fosse proprio il palladio presente nelle marmitta, che era stata agganciata con una corda con l’obiettivo di strapparla via dalla macchina.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Scontri Paganese-Casertana: indagini per identificare i violenti

Una raccolta fondi per aiutare chi ha subito danni Proseguono le indagini per risalire ai responsabili della guerriglia urbana andata in scena ieri pomeriggio a...

Veneziani e la sua scontentezza che… «è sfuggita di mano e si è fatta malcontento»

A lungo il potere ha puntato sulla rassegnazione poi è passato a veicolare l’insoddisfazione permanente L’ultima operativa filosofica di Marcello Veneziani si concentra e riferisce...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook