Rifiuti, De Luca: “Impianto Acerra ha bisogno di quarta linea”

La conferma del governatore della Campania

La costruzione di una nuova linea, la quarta, nell’impianto di trattamento dei rifiuti indifferenziati di Acerra è in programma, come ha confermato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Pubblicità

“E’ una richiesta – ha detto oggi a margine della presentazione di “Green Med Symposium, Stati generali dell’Ambiente in Campania” – che ci ha fatto A2A, la società che gestisce l’impianto di Acerra. Ci segnalano infatti che da qui a qualche anno avremo un problema drammatico di manutenzione e di sostituzione di alcuni impianti, di alcuni forni”.

“Ovviamente ci dicono che o ci si prepara o da qui a 4-5 anni dovremo chiudere due linee, perché diventa obbligatorio fare manutenzione. Dunque dobbiamo prepararci, sapendo che occorrono decine di milioni di euro, non sono piccoli interventi, per fare una linea di riserva che ci consenta di avere una manutenzione programmata, cioè di poter chiudere ogni 3 o 4 anni una linea e sostituire completamente l’impiantistica”.

Pubblicità Federproprietà Napoli

De Luca ha ricordato anche il progresso tecnologico degli impianti di trattamento dei rifiuti indifferenziati: “Oggi abbiamo impianti – spiega – enormemente più efficienti di quelli che abbiamo realizzato 15-20 anni fa. Io credo che dobbiamo essere previdenti e non arrivare ogni volta con l’acqua alla gola, e pensare che si chiude l’impianto di Acerra e non sappiamo dove diavolo portare le migliaia di tonnellate di rifiuti. Dobbiamo essere responsabili e una volta tanto mettere in piedi una programmazione certa.

“Ovviamente occorrono non meno di 70-80 milioni di euro, vediamo se sono in grado i gestori di fare un investimento loro, ma se non ce la fanno come Regione Campania dovremo investire una somma per avere una linea di riserva che ci consenta di fare manutenzione”.

Setaro

Altri servizi

Crisi internazionali, il Consiglio di difesa: Italia invoca il diritto umanitario a Gaza

La riunione voluta dal presidente Mattarella Di fronte alla crisi di Gaza, l’Italia «invoca l’applicazione del diritto umanitario e in particolare delle Convenzioni di Ginevra...

Gli euro falsi tardano ad arrivare, l’indagato: «Hanno arrestato il collega»

La risposta ai «clienti» che si lamentavano dei ritardi «La settimana scorsa hanno arrestato il collega che ci andava a prendere la merce»: le azioni...