Federproprietà Napoli

La Banca Popolare di Bari prova ad acquistare le filiali della Banca del Sud

Pubblicità

Il CdA ha deliberato oggi la sottoposizione di una offerta vincolante

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Bari, (Gruppo bancario Mediocredito Centrale), ha deliberato oggi la sottoposizione di una offerta vincolante a Banca del Sud in Amministrazione straordinaria dal giugno 2021, per l’acquisizione di un ramo di azienda composto da quattro filiali situate nei comuni di Caserta, Avellino, Napoli, Salerno.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo si legge in una nota secondo cui il perfezionamento dell’operazione da parte della Banca Popolare di Bari, in pieno coordinamento con la Capogruppo MCC, «risulta coerente con la mission del Gruppo MCC; inoltre, considerate, tra l’altro, le possibili sinergie derivanti dall’integrazione, nonchè le caratteristiche delle quattro filiali che compongono il ramo d’azienda, l’operazione permetterebbe di aumentare, in zone di rilievo strategico, gli impieghi nei confronti di famiglie, piccole imprese e mid corporate e, in generale, la base di clientela».

Banca del Sud, con sede a Napoli e fondata nel 2006 anche con l’apporto quale socio della Fondazione Banco di Napoli, è stata commissariata dalla Banca d’Italia nel giugno 2021 «con l’obiettivo di assicurare un adeguato presidio dell’operatività della banca e di ripristinare condizioni di sana e prudente gestione».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Raid al ristorante «Cala la pasta»: quattro condanne. C’è anche Patrizio Bosti jr

La vicenda avvenuta lo scorso 15 maggio a Forcella Quattro condanne, a 5 anni e 4 mesi di reclusione, a Napoli, anche per Patrizio Bosti...

Funicolare di Chiaia, chiusa da 4 mesi: ancora incerto l’inizio dei lavori

A metà febbraio la pubblicazione del nuovo bando, riapertura forse nel 2024 E’ purtroppo evidente che a Napoli il vero problema delle Amministrazioni non è...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook