Federproprietà Napoli

Ucciso al culmine di una lite a Casoria, partito il processo al reo confesso

Pubblicità

Gianluca Coppola fu ferito a morte l’8 aprile scorso

Ha preso il via, stamane, davanti alla prima sezione della Corte di Assise di Napoli (presidente Teresa Annunziata, giudice a latere Giuseppe Sassone), il processo per l’omicidio del 27enne Gianluca Coppola, ferito a morte a colpi di pistola, l’8 aprile 2021 a Casoria (Napoli) e deceduto il successivo 18 maggio, nel reparto rianimazione del Cardarelli di Napoli.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Sul banco degli imputati figura Antonio Felli, detenuto in carcere a Poggioreale, reo confesso. L’imputato (difeso dall’avvocato Dario Carmine Procentese) lo scorso 5 luglio ha consentito agli inquirenti della Procura di Napoli (il sostituto procuratore Ivana Fulco) di ritrovare l’arma del delitto. Ai carabinieri si consegnò il successivo 30 aprile, dopo quasi un mese di latitanza. Il motivo della lite e dell’assassinio sarebbero riconducibili a questioni sentimentali ma gli inquirenti non hanno escluso altri moventi.

Al giovane, che ha assassinato Coppola al culmine di una lite, viene contestato l’omicidio, il porto d’armi e le minacce al padre della vittima, contro il quale puntò la pistola subito dopo l’omicidio. Oggi si sono costituiti parte civile il Comune di Casoria, la Fondazione Pol. I.S. e lo zio della vittima, Salvatore Coppola, al quale Gianluca era particolarmente legato.

L’imputato ha assistito all’inizio del processo a suo carico in video conferenza dal carcere. In occasione della prossima udienza, fissata per il 21 aprile, verrà ascoltato Roberto Coppola, padre di Gianluca, testimone oculare dell’aggressione insieme con una coppia di fidanzati e il padre di uno dei due ragazzi. La famiglia Coppola è difesa dall’avvocato Alfonso Liccardo.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Migranti, Conte: «Dobbiamo essere duri, inflessibili e intensificare i rimpatri»

«Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare e che i risultati dei sacrifici» compiuti per contenere la diffusione del Covid...

Le risorse mancano ma le liti sono tante. Le divisioni nella maggioranza fanno slittare il dl Rilancio

Nel giorno in cui Silvia Romano arriva in Italia, la politica continua a dividersi e in particolare la maggioranza, i cui dissidi interni di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook