Federproprietà Napoli

Guerra in Ucraina, Lollobrigida (FdI): «Status di rifugiati per cittadini ucraini»

Pubblicità

Fratelli d’Italia chiede «l’istituzione di un fondo modello Brexit» per la crisi energetica

«L’aggressione della Russia all’Ucraina è una violazione del diritto internazionale e le sanzioni devono servire a colpire quegli oligarchi che finanziano la guerra. In passato si è provato ad attrarre la Russia dalla parte degli Stati democratici, per evitare l’abbraccio mortale con la Cina, ma quel tentativo è fallito». Lo ha detto intervenendo su Isoradio il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«La maggior parte della nostra energia arriva dalle forniture da Est, le sanzioni e l’aumento dei prezzi delle materie prime rischiano di provocare più danni ad alcune Nazioni rispetto ad altre. Per questo Fratelli d’Italia chiede l’istituzione di un fondo modello Brexit, che possa compensare queste gravi conseguenze ed eventuali perdite economiche», ha aggiunto il presidente dei deputati di FDI.

«Inoltre chiediamo che ai cittadini ucraini venga subito concesso lo status di rifugiati: perché in quell’area c’è una guerra e tutto questo è ben diverso dall’immigrazione clandestina che arriva su nostre coste. L’Italia in questa circostanza deve dimostrarsi accogliente», ha concluso Lollobrigida.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Omicidio di Colleferro, il ‘branco’ denunciato per aver percepito il reddito di cittadinanza

Si attesta intorno ai 33 mila euro la cifra che i quattro del branco di Colleferro, arrestati per la morte del giovane Willy Monteiro...

Dietoterapia e cibi della dieta mediterranea contro un killer silenzioso: le infiammazioni del nostro organismo

L’infiammazione: cos’è e come si manifesta Il nostro organismo è munito di complessi ed efficaci strumenti di autodifesa, tra cui l’infiammazione detta anche flogosi. Quando...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook