Federproprietà Napoli

Manovra, De Bertoldi (FdI): «Non si pensi di inserire il ddl concorrenza»

Pubblicità

Il senatore: «Nel solo ambito idroelettrico sarebbe possibile garantirsi un incremento energetico del 30 per cento»

«Non si pensi di inserire nella legge di bilancio il ddl concorrenza. Draghi non vorrà espropriare i titolari italiani delle concessioni balneari ed energetiche per favorire i player internazionali? Fratelli d’Italia è con le nostre imprese». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi, segretario della commissione Finanze di Palazzo Madama.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Chiediamo chiarezza al governo che ancora una volta – sottolinea de Bertoldi – rischia di voler essere più realista del re, ovvero della Ue, e di applicare in modo addirittura esuberante le previsioni della Bolkestein mentre i maggiori paesi europei continuano a tutelare le proprie imprese concessionarie. Senza reciprocità vorrebbero quindi mettere all’asta le nostre concessioni. È davvero un affronto alle imprese italiane che invece potrebbero ridefinire le condizioni concessorie e garantire consistenti investimenti nel settore».

«Nel solo ambito idroelettrico – conclude de Bertoldi – sarebbe possibile garantirsi un incremento energetico del 30 per cento, semplicemente migliorando ed investendo nell’esistente ma a tal fine occorrono certezze per l’imprenditore, altro che aste europee».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Minacce a imprenditori per estorcere denaro, arrestati maresciallo della GdF e un complice

Avrebbe minacciato alcuni contribuenti di effettuare controlli fiscali da cui sarebbe potuta scaturire la chiusura o la sospensione delle loro attività commerciali ma, per...

Coronavirus, 21.315 positivi e 317 nuove vittime in Italia. Campania: 2.449 nuovi casi

Sono 21.315 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter