Federproprietà Napoli

Videosorveglianza a Torre Annunziata, subito 9 nuove telecamere. Gara d’appalto da 700mila euro

Pubblicità

Il Comune oplontino ha stanziato 15mila euro per la sostituzione di 9 telecamere e la riparazione di altre 6. Nuova gara gestita dalla Stazione Unica Appaltante

Tra le indicazioni del Prefetto di Napoli Marco Valentini per arginare l’emergenza criminalità a Torre Annunziata, c’è anche il miglioramento del sistema di videosorveglianza che attualmente lascia a desiderare con telecamere obsolete, molte non funzionanti e con intere porzioni di territorio completamente al ‘buio’.

Pubblicità Federproprietà Napoli

La giunta municipale, nelle more dell’espletamento della nuova gara di circa 700 mila euro (quella precedente è stata revocata) per l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza, ha messo a disposizione la somma di 15 mila euro per la sostituzione di 9 telecamere e la riparazione di 6.

«Con la spesa di 15mila euro – affermano gli assessori Francesco Longobardi (Lavori Pubblici) e Luisa Refuto (Sicurezza) –  rimetteremo in funzione le telecamere non funzionanti, nelle more dell’indizione della nuova gara di quasi 700 mila euro per l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza, dopo che è stata revocata quella precedente per ovvi motivi di opportunità. La gara d’appalto sarà gestita dalla Stazione Unica Appaltante presso il Provveditorato delle opere pubbliche di Napoli».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Renzi fa la prima mossa: fuori Iv dal governo. Ora tocca a Conte, ma si teme per il ritorno al voto

«Torre in A5». Matteo Renzi come se fosse in una partita a scacchi la sua mossa l’ha fatta. Le dimissioni della delegazione di Italia...

Le libertà a rischio: la sfida del secolo. Confronto Meloni-Letta

Organizzato da Fondazione Farefuturo e l'IRI - International Republican Institute Mai come adesso la libertà e la democrazia in Europa, e più in generale in...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook