Federproprietà Napoli

Rincaro bollette, il Consiglio dei ministri vara il decreto

Pubblicità

Intervento di quasi 3 miliardi di euro per arginare il caro-tariffe

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto per il taglio delle bollette di luce e gas. Sono circa 2,5 miliardi i soldi che saranno messi per sterilizzare gli oneri di sistema e calmierare gli aumenti delle bollette di luce e gas. Si tratta di 700 milioni di euro di proventi delle aste delle quote di emissione di anidride carbonica e 1,3 miliardi (500 milioni+800 milioni) di trasferimenti alla Cassa per i servizi energetici e ambianetali.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Ulteriori 480 milioni di euro sono trasferiti, sempre alla Cassa, per ridurre gli oneri di sistema delle bollette del gas. A questi vanno aggiunti altri 450 milioni per il bonus sociale luce e gas per le famiglie indigenti che portano la cifra complessiva a 3,250 miliardi di euro.

Le nuove misure intervengono a vantaggio degli oltre 3 milioni di persone che beneficiano del “bonus energia”

Si tratta dei nuclei che hanno un Isee inferiore a 8.265 euro annui; nuclei familiari numerosi (Isee 20.000 euro annui con almeno 4 figli); percettori di reddito o pensione di cittadinanza; utenti in gravi condizioni di salute. Per costoro sono tendenzialmente azzerati gli effetti del futuro aumento della bolletta. Stesso discorso per i 2,5 milioni di persone che beneficiano del “bonus sociale gas”.

Per circa 6 milioni di piccolissime e piccole imprese con utenze in bassa tensione, per 26 milioni di utenze domestiche fino a 16,5 kw saranno azzerate le aliquote relative agli oneri generali di sistema. Altro intervento importante riguarda il taglio dell’Iva sul gas al 5%, per tutti gli utenti, oggi prevista al 10 e al 22% a seconda del consumo.

Leggi anche:  Meloni: «Reddito di cittadinanza fallimento totale. Tutela serve per chi non è in condizione di lavorare»

Confcommercio: «Nella giusta direzione, ma non sufficiente»

Pubblicità

«La bozza di provvedimento approvata dal Consiglio dei Ministri per mitigare gli aumenti delle bollette di elettricità e gas si muove nella giusta direzione in quanto scongiura, per il prossimo trimestre, parte degli annunciati rincari dei prezzi per imprese e consumatori. L’intervento del Governo non è però ancora sufficiente a risolvere in maniera duratura e strutturale i nodi che attanagliano il nostro sistema energetico», spiega Confcommercio.  Per l’Unione Nazionale Consumatori l’intervento è un «passo avanti ma ancora insufficiente» alla luce di un aumento annuo della bolletta della luce di 112 euro e di 158 euro per il gas.

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Danni erariali alla Federico II, sequestrato un milione di euro a un docente

Avrebbe sistematicamente svolto attività libero professionale senza la necessaria autorizzazione Danno erariale causato all'Università Federico II: finisce nei guai un docente dell'ateneo che per ben...

Obiettivo amministrative, Stati generali del centrodestra: idee e progetti per la grande Napoli

In questi giorni il dibattito politico si sta sviluppando intorno alle prossime elezioni per il Sindaco di Napoli. Un dibattito, come ormai da tradizione,...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook