Minacce a imprenditori per estorcere denaro, arrestati maresciallo della GdF e un complice

Avrebbe minacciato alcuni contribuenti di effettuare controlli fiscali da cui sarebbe potuta scaturire la chiusura o la sospensione delle loro attività commerciali ma, per non rischiare esponendosi in prima persona, si sarebbe avvalso di un complice.

Pubblicità

Per questo motivo sono finiti in manette due persone tra cui un maresciallo della Guardia di Finanza in servizio in una compagnia partenopea e un soggetto residente a Casoria.

Le indagini sono state avviate dagli stessi finanzieri, in relazione ad alcuni indizi concernenti episodi di concussione risalenti agli anni 2019 e 2020 ai danni di alcuni imprenditori del napoletano.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Le Fiamme Gialle della Sezione Anticorruzione del Nucleo, specializzata in investigazioni su reati contro la Pubblica Amministrazione, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno approfondito le informazioni raccolte a carico del pubblico ufficiale indagato e secondo quanto ricostruito i due avrebbero minacciato i contribuenti per costringere gli imprenditori a dare o promettere denaro o altra utilità per scongiurare conseguenze nefaste per le proprie attività.

Per entrambi gli indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere e per il militare, indagato anche per i reati di falso, calunnia e collusione in contrabbando, è stato immediatamente sospeso dall’impiego.

Setaro

Altri servizi

Raid armato alle Poste di Torre del Greco: in manette 3 banditi

Il bottino di poche centinaia di euro Hanno rapinato un ufficio postale armati, in tre per un bottino di qualche centinaio di euro. Tra Torre...

Sequestrati 33 kg di marijuana: erano nascosti tra i rovi nel Napoletano

Indagini per scoprire i proprietari Questa mattina, nel Napoletano, i carabinieri hanno effettuato un approfondito sopralluogo a via San Giorgio a Casola di Napoli. L'area...