Cimmino fa lo sceriffo e ‘chiude’ Castellammare di Stabia: coprifuoco alle 20 e dad fino al 28

Nuova ordinanza anti Covid-19 del sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino che ordina il lockdown alle 20. I numeri del virus continuano a essere alti nella cittadina in provincia di Napoli e solo oggi si sono contati 77 nuovi contagi, numeri che hanno spinto il primo cittadino a restringere ancora di più la libertà dei suoi concittadini. Vediamo nel dettaglio le misure.

Pubblicità

Da domani, sabato 20 febbraio a domenica 28 febbraio saranno vietati gli spostamenti se non motivati da esigenze lavorative, da situazioni di necessità (ovvero motivi di salute comprovati mediante apposito modulo di autocertificazione). Sarà sempre consentito il rientro nella propria abitazione.

Chiusi asili nido e sospese le attività didattiche in presenza delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado. Per le scuole paritari e private è demandata ai dirigenti scolastici la possibilità di disporre autonomamente misure restrittive a seconda dell’evoluzione epidemiologica dell’istituto.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’apertura dei punti vendita di generi alimentari è consentita fino alle ore 20 con rientro al domicilio del personale entro le ore 20.30. Farmacie e parafarmacie effettueranno l’orario consueto previsto dalle disposizioni nazionali anti Covid. I bar potranno effettuare l’attività di asporto fino alle 18. Ristoranti e similari potranno effettuarla fino alle ore 20. La consegna a domicilio potrà essere effettuata senza limiti di orario.

Edicole, studi professionali, agenzie immmobiliari, servizi alla persona, ed esercizi in modalità self service potranno lavorare fino alle 18. Stesso orario di chiusura per le stazioni di rifornimento di carburante e per le tabaccherie che potranno continuare a lavorare con i distributori automatici. Si potrà accedere in villa comunale e sugli arenili solo dalle 6.30 alle 8.30 per l’attività sportiva individuale.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Imprenditore legato al clan dei Casalesi: confisca da 4 milioni di euro

Era già stato condannato alla pena di anni sei di reclusione Beni per quattro milioni di euro sono stati confiscati dai militari del nucleo di...

Pompei, turista vandalizza parete della domus dei Ceii: denunciato

Dovrà rispondere per il danno arrecato al patrimonio Il personale di vigilanza e accoglienza del Parco archeologico di Pompei ha fermato un turista del Kazakistan...