Crisi di Governo. Solo Sciascia e Pasolini avrebbero potuto spiegarci il Conte fatuo

Ha dilapidato, fin’adesso, 160 miliardi di euro utilizzati con l’approvazione di scostamenti di bilancio ottenuti con il consenso di tutte le rappresentanze parlamentari, senza riuscire a pianificare investimenti. Ha di fatto bloccato l’economia con l’ostacolare la realtà delle produzioni e dei servizi e con il costante prelievo forzoso di un sistema fiscale sanguisuga.

Pubblicità

Così una guida politica, più occasionale e situazionista che convinta, creando le condizioni di un fallimento complessivo, si è limitata, in buona sostanza, a distribuire denaro pubblico facendo debiti, che tutti noi dovremo pagare nel prossimo avvenire.

Le nuove generazioni sopravviveranno in questa maniera con le cattive abitudini, senza riuscire a lavorare e senza riuscire ad assimilare insegnamenti su come investire sui propri talenti, su come costruire mai autonomia, ma rimanendo dipendenti dall’assistenzialismo malato.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Insomma i giovani di oggi saranno e rimarranno sommersi dai debiti, inerpicandosi in un cammino su una strada in salita senza vie d’uscita: mazziati e costretti sotto il giogo di un potere fatuo a parlare la neolingua del servilismo e dell’omologazione.

Con Sciascia e Pasolini avremmo capito di più del Conte fatuo, perché ci avrebbero indotti a ragionare intorno al concetto della stanchezza dell’essere assuefatti per renderci consapevoli delle ragioni di una doverosa_ribellione, sì da reagire ai quaqquaraquà in maniera corsara.

Setaro

Altri servizi

Tragedia del Mottarone, accordo sul risarcimeno del piccolo Eitan

Il bimbo, unico sopravvissuto, esce di scena Il piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone, esce di scena dal processo per tentare...

Alla Reggia di Caserta nuovi spazi espositivi. Inauguarazione con Mattarella

Sangiuliano: un posto iconico conosciuto in tutto il mondo La Reggia di Caserta ha nuovi spazi che saranno fruibili dal pubblico; il museo si è...