Torre Annunziata, ordinanza anti assembramenti: il sindaco chiude strade e piazze della movida

Ordinanza anti assembramenti del primo cittadino di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione. Il sindaco ha deciso di chiudere strade e piazze della movida che nonostante il coprifuoco imposto dal Governo hanno fatto sorgere qualche preoccupazione nei giorni scorsi per l’alta affluenza di giovani senza misure di distanziamento e dpi di protezione. Una misura che più volte i cittadini hanno chiesto a gran voce.

Pubblicità

Questa mattina il sindaco ha firmato l’ordinanza (in vigore dal 13 novembre e fino al 3 dicembre) in cui viene decisa la chiusura al pubblico nei giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi, dalle ore 18,00 alle ore 22,00, delle seguenti strade, piazze e luoghi di ritrovo: piazzale Kennedy, ovvero gli spazi compresi tra via Pastore e via Tagliamonte, inclusa l’area antistante lo stadio comunale “Alfredo Giraud”; via Gino Alfani, dall’intersezione con via Fusco a quella con corso Umberto I; via G. Marconi e viale C. Colombo, tra largo  Manzo e lo spazio antistante l’ex Lido Santa Lucia.

«E’ consentito, naturalmente, l’accesso agli esercizi commerciali, agli studi professionali e alle residenze delle succitate strade e piazze. E’ vietato, in ogni caso, lo stazionamento nei predetti luoghi della città» si spiega in una nota del Comune.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Interdette al pubblico, inoltre, la Villa Comunale, Villa del Parnaso e la spiaggia libera di viale Cristoforo Colombo tutti i venerdì, dalle ore 18,00 alle ore 22,00; i sabati, le domeniche e i giorni festivi, dalle ore 05,00 alle ore 22,00.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, D’Avino: «Città vivibile e scuole primi obiettivi. Basta col clientelismo»

Il candidato sindaco di Oplonti Futura: «Da soli e senza "cambiali" da dover pagare» Quattro candidati sindaci, quattro schieramenti. Un esercito di candidati al consiglio...

Europee, Sangiuliano: «Vogliamo Ue efficiente e vicina ai cittadini»

Il ministro: «Auspico che vadano a votare quante più persone possibile» «Noi lavoriamo anche per cambiare l’Europa perché noi crediamo nell’Europa». Lo ha detto il...