Federproprietà Napoli

Concorso penitenziaria 2019, Ferlita: «Solidarietà agli agenti, servono assunzioni immediate»

Continua l’emergenza carceri. Problema ormai atavico in Italia, con carceri sovraffolate e polizia penitenziaria sempre più sotto stress e vittime di aggressioni da parte di detenuti. L’ultima aggressione, denunciata dal Sappe, si è registrata nei giorni scorsi nel carcere di Aversa. Il comitato degli idonei al concorso per l’arruolamento di 754 allievi agenti di Polizia Penitenziaria ha espresso «vicinanza e la solidarietà nei confronti degli agenti che ogni giorno subiscono aggressioni, minacce, insulti da parte di detenuti facironosi».

Ferlita
Domenico Ferlita

«Da sempre – afferma Domenico Ferlita – ci siamo battuti sulla delicata problematica inerenti le carceri italiane che presentano forti criticità strutturali e in termini di carenza di personale. La diffusione della pandemia ha messo in ginocchio diversi settori e ancora di più il sistema penitenziario italiano che necessita di un adeguato aumento dell’organico e di idonei strumenti di difesa per far fronte ai gravissimi episodi di violenza».

«Con il perdurare dell’emergenza – continua -, inoltre, sarebbe difficile espletare una nuova procedura concorsuale che darebbe vita ad inutili assembramenti mentre ci sarebbe ancora una procedura concorsuale ancora aperta, il concorso pubblicato lo scorso marzo 2019. Per questo motivo abbiamo deciso di attivarci e su iniziativa di Vincenza D’Angelo, Generoso Zenna, Lucia Auriemma, Francesca Marrazzo, Angela Cacciapuoti, Marco Sorrentino, Daniele Catgiu, Domenico Cerra e Valeria Dell’Amura e tanti altri abbiamo creato un comitato per chiedere ad alta voce uno scorrimento della nostra graduatoria degli idonei ai quiz, al fine di velocizzare le assunzioni nel Corpo di Polizia Penitenziaria».

Pubblicità

«Abbiamo ricevuto – spiegano – l’appoggio dei sindacati Uspp, Osapp, Sinappe, Sappe, Fp Cgil e Uilpa che ringraziamo per il loro sostegno e il loro impegno messo ogni giorno per il bene della Polizia Penitenziaria. Abbiamo ricevuto anche il sostegno da parte di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega da sempre interessati alle criticità nelle carceri e ringraziamo anche loro».

«Nonostante ciò, il Governo ha autorizzato tramite il Decreto Rilancio solo 650 nuove assunzioni che non riuscirebbero nemmeno a coprire il turn-over mentre la carenza di personale si fa sempre più pesante. Solo alcuni giorni fa è stata presentata un’interrogazione parlamentare che chiede maggiori assunzioni nel Corpo e ci auguriamo che finalmente il Governo possa prendere una decisione in merito. La Polizia Penitenziaria ha bisogno di nuove risorse e maggiore sicurezza per gli agenti che svolgono questo ruolo difficile» concludono.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Truffe al cimitero di Monreale, fino a 10mila euro per un loculo: 27 indagati

Richieste di denaro per poter seppellire i propri cari nel cimitero di Monreale, in provincia di Palermo. I carabinieri hanno notificato l'avviso di conclusione...

Regionali, Iovino (M5S): «La Campania non sarà ostaggio dei giochi di potere»

«Consegnare la Campania ad accozzaglie di dinosauri della vecchia politica e a un ginepraio di liste e listarelle di riciclati e voltagabbana che fanno...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...

ilSud24

Il nostro sito si fonda su lettori come te che leggono gratuitamente.
Sostienici con un like su Facebook