Federproprietà Napoli

Scuola, Meloni: «Bambino down ha dovuto rinunciare al suo primo giorno, drammatico che non importi a nessuno»

Pubblicità

«A Pisa un bambino Down ha dovuto rinunciare al suo primo giorno di scuola in prima elementare perché non c’è l’insegnante di sostegno. Per settimane aveva fatto le prove davanti allo specchio, col grembiule e lo zainetto, perché non vedeva l’ora di tornare sui banchi ma non glielo hanno permesso. Stamattina ho telefonato alla madre per esprimerle la mia vicinanza e mi ha raccontato tutta la sua rabbia e il sentimento di abbandono che ha provato». Lo scrive sui social il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«È una storia – continua la Meloni – che lascia senza fiato perché i bambini e i ragazzi più fragili sono quelli che durante il lockdown hanno pagato il prezzo più alto e ora rischiano di essere penalizzati ancora una volta. È drammatico che tutto questo non importi a nessuno, a partire dal ministro dell’Istruzione Azzolina».

«Fratelli d’Italia aveva presentato un pacchetto di emendamenti per scongiurare questa emergenza nell’emergenza ma, guarda un po’, sono stati cestinati. Avrebbero dovuto garantire l’inclusione degli studenti più fragili e aiutare le famiglie, ma le risposte del governo sono state solo due: esclusione e isolamento. Vergogna» conclude.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Aule studio chiuse alla Federico II, scatta la protesta degli studenti

L'Ateneo avrebbe constatato «il mancato rispetto dell’obbligo di utilizzo della mascherina da parte degli studenti» Protesta oggi a Napoli da parte degli studenti della Università...

Un aiuto a imprese e cittadini: la Camera di Commercio di Avellino offre agevolazioni per le mediazioni sulle liti da Covid-19

La Camera di Commercio di Avellino in aiuto alle imprese e offre agevolazioni per le mediazioni sulle liti da Covid-19. L'iniziativa spiegata in una...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook