Fondazione Banco di Napoli, Luciano Schifone: «La presidente Paliotto ha mantenuto la promessa»

Fondazione Banco di Napoli: richiesta di dialogo per il riconoscimento dei diritti indennitari

«Era ora che la Fondazione Banco di Napoli alzasse la testa e facesse sentire la propria voce, pretendendo il rispetto che le si deve, ma soprattutto si deve al Mezzogiorno ed ai piccoli azionisti del vecchio e storico istituto napoletano che sin dalla sua fondazione – ormai 5 secoli fa – ha rappresentato un vero e proprio volano di sviluppo per il Sud». A sostenerlo è Luciano Schifone, dirigente nazionale di Fratelli d’Italia.

Pubblicità

I «crediti inesigibili» del Banco di Napoli e il loro utilizzo

Luciano SchifoneL’esponente di Fratelli d’Italia commenta così la decisione di Rossella Paliotto e dei vertici della struttura di palazzo Ricca, di citare in Tribunale – dopo l’ennesimo silenzio opposto dal Mef – alla richiesta di dialogo per il riconoscimento dei diritti indennitari di sua competenza per l’avvenuto recupero da parte della Sga dei cosiddetti «crediti inesigibili» (che poi tanto inesigibili non dovevano essere se oggi risultano recuperati al 94% ndr) e che a metà degli anni ’90, causarono ad oltre 500 anni dalla sua nascita il crollo del Banco di Napoli.

«Ma è anche inaccettabile ed inammissibile – prosegue Schifone – che quelle cosiddette sofferenze una volta rientrate, siano servite, nel 2016, attraverso l’acquisizione per soli 600mila euro da parte del Ministero dell’Economia e finanza, della Sga e la sottoscrizione (quanto autonoma?) da parte di quest’ultima di una quota di 450milioni di euro di quel Fondo Atlante 2, per il salvataggio della Banca popolare di Vicenza e di Banca veneta».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Mentre la Fondazione titolare del 69,4% del capitale azionario, all’atto della svalutazione fu chiamata a contribuire per 3mila miliardi di lire e i piccoli azionisti che dovettero accollarsi il peso di 1.500 mld, perdendo tutto, debbano ancora restare a guardare”.”Un grazie, allora, alla presidente Rossella Paliotto, che ha mantenuto la promessa d’impegno sul fronte del recupero crediti, fatta all’atto dell’insediamento»

Setaro

Altri servizi

Spaccio in Costiera Amalfitana: una Postepay con il RdC in garanzia per la droga

Eseguite quattro misure cautelari La droga per gli assuntori della Costiera Amalfitana arrivava dall’Agro Nocerino Sarnese. È quanto emerso dall’inchiesta condotta dai carabinieri della compagnia...

Liste fotocopia a Torre Annunziata e Castellammare, Alfano e D’Apuzzo: «Presi in giro gli elettori»

I candidati sindaco del centrodestra: «Logiche di bigamia equivoche» «È un centrosinistra che si gonfia di liste e si sgonfia di idee, contenuti, programmi. Un...