Federproprietà Napoli

Coronavirus, Caldoro: «Sicilia e Calabria hanno avuto meno vittime della Campania»

Pubblicità

«Lasciamo fuori Dio dalla campagna elettorale! Non si governa con le battute specie quelle di cattivo gusto. Perché il mio successore – invece di tirare in ballo Dio – non si confronta mai con le Regioni del Sud governate dal centrodestra – penso a Sicilia e Calabria, Basilicata Molise, Sardegna – che hanno avuto meno vittime e contagiati di Coronavirus rispetto alla Campania e tira in ballo solo la Lombardia? In tarda età, l’ex comunista riscopre Dio, ma solo per usarlo a scopi elettorali». Lo afferma in una nota Stefano Caldoro, candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione Campania, in riferimento all’intervento del governatore Vincenzo De Luca nel corso della convention dell’Alis in corso a Sorrento (Napoli).

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Ci ricordiamo – aveva detto De Luca, questo pomeriggio, intervistato da Bruno Vespa – alcune frasi come ‘Milano non si ferma’, ‘Bergamo non si ferma’. Un segretario di partito, che è anche un mio amico, è andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c’è ha beccato il Covid». Chiaro il riferimento al governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti e segretario del Partito Democratico in cui è iscritto anche il presidente De Luca. Parole che non sono piaciute, evidentemente, al candidato governatore di Centrodestra in Campania, Stefano Caldoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Smantellata holding riciclaggio auto nel Napoletano: 4 arresti

Sorpresi in flagrante, c'è anche una denuncia. Chiusa l'attività Smantellata, dalla Polizia di Stato, una holding del riciclaggio delle auto: quattro le persone arrestate ed...

Covid-19, a Torre Annunziata il sindaco Ascione chiude strade e aree verdi

Stretta anti Covid-19 a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Mentre si attendono le nuove misure anti contagio del Governo e della Regione per...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook